-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 6 luglio 2018

Buy&Sell a Piazza Affari: i rating di oggi


Luxottica Group (LUX:IM)

Continua la scia di debolezza che già da qualche giorno ha travolto il settore lusso. Oggi a risentirne è Luxottica con un andamento che a Piazza Affari vede un passivo poco sotto la parità: alle 11.50, infatti, le azioni passavano di mano a -0,04%.
Evidentemente il titolo non riesce ad approfittare di quella mezza promozione votata dagli esperti di HSBC i quali, dopo aver confermato il rating Buy hanno rialzato l'obiettivo di prezzo che dagli iniziali 60 euro è passato agli attuali 64. Per quanto riguarda la seduta odierna, le azioni Luxottica hanno visto un'apertura a € 55,7 con un minimo di 55,1 ed un massimo, Sempre oggi, di € 55,76 all'interno di un periodo su le 52 settimane che ha visto un minimo di € 45,32 registrato il 23 ottobre 2017 E un massimo di € 55,86 toccato il 15 giugno 2018.Le azioni hanno visto un’apertura a € 55,7 con un minimo di 55,1 ed un massimo, Sempre oggi, di € 55,76 all'interno di un periodo su le 52 settimane che ha visto un minimo di € 45,32 registrato il 23 ottobre 2017 E un massimo di € 55,86 toccato il 15 giugno 2018.

 Recentemente il colosso italiano degli occhiali ha annunciato di aver prorogato al 31 luglio la fusione con Essilor. A bloccare il progetto sarebbero state le autorità di vigilanza cinesi che non hanno ancora approvato la collaborazione fra le due società condizione indispensabile per la chiusura dell'operazione.
Per questo motivo la prima assemblea degli azionisti della nuova società EssilorLuxottica in calendario il 25 luglio dovrà essere riconvocata a nuova data. Tra le altre operazioni di rilievo messe in campo sempre da Luxottica È da segnalare l'acquisizione per 140 milioni di euro di Barberini arrivata a fine giugno di quest'anno.

Da un punto di vista dei conti l'operazione non sconvolge il panorama di Luxottica ma rafforza la presenza e la competenza della società nel segmento lenti da sole e da vista in vetro. Per questo motivo già Kepler aveva consigliato l’acquisto (Buy t.p 55 euro) anche in virtù della pubblicazione dei conti del Primo semestre prevista per il 23 luglio. 

Mondadori (MN:IM)

Buone anche anche per Mondadori il leader italiano del settore editoriale incassa un Buy da Banca Akros con un t.p in aumento a 1,75 euro in aumento dal precedente € 1,60.

Ad aumentare è stato anche il giudizio che, passa ad un Buy come detto, invece del precedente neutra alla. Ad essere rivista è stata anche la capacità della azienda di generare flussi di cassa più forti e che, stando alle proiezioni, dovrebbero raggiungere 40 milioni di euro a fine anno.
Le azioni hanno subito approfittato della situazione e poco dopo le 12 sono state fotografate a +5,3%: nello specifico il titolo Mondadori ha un’apertura a € 1,3 6, minimo di giornata che si è contrapposto ad un massimo di € 1,44 durante la mattinata, sullo sfondo di un trading range sulle 52 settimane che va da un minimo di 1,18 euro visto il 30 maggio 2018 ad un massimo di € 2,58 registrato il 18 ottobre del 2017.

La fiducia sul titolo arriva grazie ad una migliorata redditività attestata nel secondo trimestre con un primo semestre che ha battuto I risultati del 2017. A fine giugno per la precisione il 21 anche gli esperti di Equita Sim anno voluto dare fiducia al titolo con un giudizio positivo che, anche in quel caso, raccomandava l’acquisto (Buy t.p 1,95 euro): alla base di quella scelta le positive indicazioni che arrivarono dopo un incontro tra i vertici aziendali E i sindacati sul programma di dismissioni del segmento dei periodici, Oltre a un possibile rafforzamento della presenza sul territorio francese con le strategie industriali adatte. 

Salvatore Ferragamo (SFER:IM)

Continua il momento difficile anche per salvatore Ferragamo.

Oggi Kepler Cheuvreux taglia l’esposizione al titolo con un rating Reduce e un t.p a 19 euro mentre banca Imi conferma un Hold ma con un t.p in ribasso a 20,4 euro. Ieri SocGen votava addirittura per un Sell con rezzo obiettivo di 19 euro: ha poco a quanto pare sono servite le strategie del rilancio del marchio.
Già da ieri le azioni della casa di moda risultavano essere sotto pressione, se ne sono accorti anche gli esperti di JPMorgan che hanno valutato il titolo degno di un giudizio Neutral con un target di 19 euro. Più pessimisti i colleghi di MainFirst che hanno votato per un Underperform a 18,5 euro, stesso rating per Mediobanca ma con un t.p a 17,45.

Alle 12.30 oggi il titolo vedeva una quotazione di 19,7 euro in calo dell’1,10% con un’apertura di poco superiore a € 19,8 che ha registrato un massimo in mattinata di € 19,94 ed un minimo di 19,6 all’interno di un trading range di 52 settimane che sua volta ha registrato un massimo di € 25,50 verificatosi il 18 maggio 2018 E un minimo di 19,85 visto proprio ieri 5 luglio 2018. 


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.