-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 31 luglio 2018

3 rendimenti (alti) con alcuni rischi (alti)


Il rendimento medio dell'S & P 500 è di circa il 2%, un livello che continua a spingere molti verso la ricerca di qualcosa di più appetibile. Ma non sempre ciò che è appetibile è anche sicuro, come confermano gli esempi (non tutti negativi) degli analisti di The Motley Fool.

GameStop (NYSE: GME)

Per Anders Bylund un caso di dividendo estremo è GameStop da lui considerato non tanto un titolo da Buy quanto un esempio di come rendite estremamente elevate possano esseresegnali di avvertimento per un'azienda in profonda difficoltà.

Con lui la cedola arriva al 10,2% con punte che hanno toccato anche il 12%. Per quanto sia vero che gli incrementi del regalo agli azionisti siano stati costanti, bisogna però ricordare che l'ultimo ritocco al rialzo si è avuto nel 2016. Perchè i dividendi della società non crescono più? Forse perché, fa notare l'esperto, l'azienda ha bisogno di soldi in contanti per chiudere le altre falle presenti nel suo business.
La vendita al dettaglio è in crisi ovunque ma nei videogames più che mai visto che gli acquisti, proprio per logica, avvengono direttamente online con la comodità del download immediato. E le azioni lo hanno registrato.

Alliance Resource Partners (NASDAQ: ARLP)

Maxx Chatsko indica Alliance Resource Partners e la sua cedola dell'11%.

Un record difficile da battere ma anche in questo caso il problema si chiama sostenibilità. L'azienda, infatti, si occupa per lo più di carbone e vanta, per il momento, un prezzo ad azione particolarmente basso. Ma in questo caso non è un'occasione per entrare: considerata la precipitosa ritirata mondiale dall'energia a carbone e l'addio che la società occidentale sta dando anche alle centrali elettriche alimentate a carbone, il futuro dell'energia appare sempre più nelle mani di nuovi protagonisti come il gas naturale liquefatto (GNL).

Innegabile che attualmente la società e i suoi partners possano vantare flussi di cassa sufficienti a coprire i dividendi, ma gli azionisti e gli investitori in generale dovrebbero prendere coscienza del fatto che i giorni d'oro dell'azienda siano finiti. Un esempio? Negli ultimi 10 anni le azioni hanno prodotto rendimenti totali del 78%, rispetto al 177% dell'S & P 500.
A che serve un rendimento elevato se l'investimento non può battere l'indice?

Brookfield Infrastructure Partners (NYSE: BIP)

Brian Feroldi preferisce Brookfield Infrastructure Partners visto, questa volta, in ottica positiva.

Il rendimento del 4,7% non sarà da record ma ha ottime caratteristiche per poter essere aumentato in futuro. Come fa notare Feroldi, infatti, il modello di business di Brookfield è quello di acquistare un portafoglio di asset infrastrutturali unici nel loro genere (ferrovie, porti, linee elettriche e altro), priva di concorrenza, con flussi di cassa affidabili in tutte le condizioni economiche e che produce una merce o un bene scambiato ad u prezzo vantaggioso ed economico.
La maggior parte dei profitti viene ridistribuitaagli investitori sotto forma di un dividendo in costante crescita mentre il resto viene reinvestito. Il tempo ha dimostrato che questa formula può essere vincente anche sul lungo periodo.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.