-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 21 giugno 2018

SOTTO LA LENTE: le stoccate di Messina a Governo

TORINO (MF-DJ)--Il Ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, intervenendo all'evento del gruppo in occasione del lancio del polo assicurativo del gruppo non le manda a dire al governo e in difesa del risparmio degli italiano. Il Ceo e' stato diretto e senza mai nominare quelle banche che hanno scelto una politica diversa tiene a precisare che Intesa Sanpaolo "non vende il risparmio degli italiani come hanno fatto altri". Stesso tono anche per la stoccata in direzione del Governo quando spiega che il ministro dell'Economia Giovanni Tria "ha detto le cose che probabilmente andavano dette un mese fa e questo avrebbe evitato la salita dello Spread e la caduta della Borsa". Messina ha parlato anche delle voci di una possibile cessione di Eurizon definita dallo stesso Ceo "una fake news. Noi vogliamo crescere, non" ridimensionarci. "Potrebbe essere quindi fatta un'alleanza con un grande operatore internazionale sul fronte dell'asset management aggregando altre realta' in Europa, ma non ci sara' nessuna dismissione di quote nell'asset management se non finalizzata a diventare ancora piu' grande. La condizione e' avere la maggioranza noi non venderemmo mai il risparmio degli italiani come hanno fatto altri". Il riferimento, neppure troppo velato sembra rivolto a Unicredit che ha venduto Pioneer ai francesi di Amundi per circa 3,5 mld. Tornando alle parole sull'esecutivo nelle dichiarazioni di Messina traspare il disappunto per l'incertezza politica che ha fatto schizzare in alto lo Spread nelle scorse settimane mandando in apnea i mercati: "quello di cui ha parlato Tria e' quello di cui ha bisogno il Paese, che il debito pubblico si riduca tenendo sotto controllo i conti pubblici". Messina ha poi specificato che la banca ha oggi "un valore di borsa di 43-44 mld euro. E' la quinta banca in Europa a causa" dell'incertezza politica che ha fatto schizzare lo Spread e ha fatto perdere "10 mld di valore in Borsa" subendo e "una riduzione della nostra forza relativa in Europa" mentre, al contrario, qualcuno ha guadagnato forza relativa a livello europeo. Di fatto ora Intesa e' un po' piu' contendibile. Per diventare contendibile davvero dovrebbe scendere intorno ai 30 mld di capitalizzazione. Per arrivare a questa soglia dovrebbe esserci un altro shock dei mercati. Uno scenario che nessuno si augura. Messina ha detto forte e chiaro che serve stabilita' politica e - scongiurando l'ipotesi che si vada alle elezioni ad aprile - ha aggiunto: "sarebbe pericolosissimo, occorre stabilita'". cce

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.