-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 21 giugno 2018

Piazza Affari: urge un netto scatto in avanti. Scenari attesi


Dopo tre sedute consecutive in calo le Borse europee ieri hanno provato a dare vita ad un recupero, ma non tutte sono riuscite nell'interno. Il Cac40 è sceso in controtendenza dello 0,34%, mentre il Dax30 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,14% e dello 0,31%. 

In luce verde anche Piazza Affari, dove il Ftse Mib si è fermato a 22.120 punti, con un vantaggio dello 0,16%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.325 e un minimo a 22.107 punti.   
L'indice, dopo essere riuscito a riconquistare ieri la soglia dei 22.000 punti, ha provato ad allungare il passo oggi, superando nell'intraday i massimi delle due sessioni precedenti, per poi ripiegare e accontentarsi di un bilancio positivo piuttosto contenuto poco sopra i 22.100 punti.

Come già evidenziato nella rubrica di ieri, da una parte è importante la tenuta dei 22.000 punti, ma dall'altra il Ftse Mib dovrà forzare l'ostacolo dei recenti massimi in area 22.500 per potersi garantire ulteriori spazi di manovra al rialzo.


Al di sopra dei 22.500 punti l'indice potrà allungare il passo verso i 22.700/22.800 punti, per poi testare la soglia psicologica di area 23.000, raggiunta la quale è probabile una pausa di consolidamento prima di nuove salite. 
Lo scenario appena descritto verrà negato in caso di discese al di sotto dei 22.000 punti, preludio ad una flessione verso i 21.700/21.650 prima e in seguito in direzione di area 21.500.

Al di sotto di questo sostegno abbiamo altri due livelli chiave che non dovranno essere violati e si tratta dei 21.350 e dei 21.100. Eventuali cedimenti al di sotto di queste aree apriranno le porte a ripiegamenti ancora più ampi del Ftse Mib verso i 20.500 punti prima e successivamente verso area 20.000 nella peggiore delle ipotesi.


La view di brevissimo resta costruttiva a Piazza Affari, ma sarà importante uno scatto in avanti che permetta al Ftse Mib di superare alcuni ostacoli di rilievo.  

Oggi sul fronte macro Usa si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 218mila a 223mila unità.
Per l'indice Philadelphia Fed di giugno le attese parlano di un calo da 34,4 a 28 punti, mentre il Superindice di maggio dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,4%, in linea con la lettura precedente. 

A mercati chiusi si guarderà ai conti degli ultimi tre mesi di Red Hat che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 0,69 dollari.



In Europa si guarderà alla Francia dove sarà reso noto l'indice relativo alla fiducia delle imprese che a giugno dovrebbe scendere da 109 a 108 punti.  
In tarda mattinata i riflettori saranno puntati sulla Bank of England che annuncerà la sua decisione sui tassi di interesse, destinati a rimanere fermi allo 0,5%.

Nel pomeriggio si conoscerà il dato preliminare della fiducia dei consumatori in Europa, per il quale a giugno si prevede una rilevazione pari a -0,3 punti rispetto alla lettura precedente fermatasi a +0,2 punti. 

A Piazza Affari si segnala un'assemblea di Anima Holding che in sede ordinaria dovrà deliberare in merito al piano compensi, alla nomina di un amministratore e del presidente del Cda, mentre in sede straordinaria dovrà esprimersi sull'aumento di capitale gratuito. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.