-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 29 giugno 2018

Piazza Affari resta ancora in bilico: i livelli da monitorare


 le Borse europee sono tornate a perdere posizioni, chiudendo gli scambi in flessione. Il Ftse100 ha registrato un frazionale calo dello 0,08%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono scesi rispettivamente dello 0,97% e dell'1,39%. 

Si è difesa un po' meglio Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni a 21.432 punti, in ribasso dello 0,58%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.626 e un minimo a 21.294 punti.



Dopo un avvio in calo l'indice delle blue chips ha provato a risalire la china e a riposizionarsi al di sopra di area 21.600, salvo poi fare retromarcia e scendere a testare la soglia dei 21.300, con successivo recupero in direzione dei 21.450. 
Il Ftse Mib non riesce al momento a dare vita ad un recupero che vada oltre la singola seduta, subendo ripetutamente nuovi attacchi da parte dei ribassisti.
C'è da dire che le quotazioni stanno difendendo i recenti minimi, che coincidono con quelli del 2018, ma questo non sembra basta per ora a favorire una ripresa più decisa e duratura. 
Al rialzo sarà importante in primis la riconquista dei 21.500 punti, oltre cui si guarderà ai 21.700/21.800 prima di un test di area 22.000.

Positivo sarà il superamento di questo livello che dovrebbe garantire all'indice spazi di recupero almeno fino alla soglia dei 22.500, dove è attesa un'altra importante verifica per capire se il mercato sarà in grado o meno di dare un seguito al rimbalzo. 
Al ribasso la prima soglia supportiva da attenzione è quella dei 21.350/21.300 punti, sotto cui lo sguardo andrà rivolto all'area dei 21.100/21.000.
In caso di perforazione di quest'ultimo livello bisognerà abbandonare almeno momentaneamente la speranza di un recupero nell'immediato, mettendo in conto piuttosto ulteriori flessioni. 
Sotto i 21.000 punti l'indice andrà con buona probabilità a cercare l'area dei 20.500 e se il raggiungimento di questa non appagherà i bisogni dei ribassisti, bisognerà spostare lo sguardo sulla soglia psicologica dei 20.000 punti.    

In chiusura di settimana i riflettori in America saranno puntati sui redditi personali che a maggio dovrebbero salire dallo 0,3% allo 0,4%, mentre le spese per consumi sono viste in positivo dello 0,4% rispetto allo 0,6% di aprile e l'indice PCE core in frenata dallo 0,25% allo 0,2%.
Per l'indice Chicago PMI di giugno le stime parlano di una discesa da 62,7 a 60,1 punti, mentre il dato finale della fiducia Michigan a giugno è atteso in salita da 98 a 99 punti.



Prima dell'avvio degli scambi a Wall Street si guarderà ai conti trimestrali di Constellation Brands che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 2,43 dollari. 

In Europa si conoscerà il dato preliminare dell'inflazione che a giugno dovrebbe salire del 2% su base annua rispetto all'1,9% precedente, mentre per la versione "core" si stima un rialzo dall'1,1% all'1,3%.

In Germania è atteso il tasso di disoccupazione che a giugno dovrebbe rimanere invariato al 5,2%, mentre in Francia la spesa consumatori dovrebbe salire dello 0,6% dopo il calo dell'1,5% precedente. 

A Piazza Affari da segnalare il passaggio di Triboo dall'AIM all'MTA. 
In calendario l'assemblea degli azionisti di ITWay per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio e il via libera al piano di buy-back.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.