-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 13 giugno 2018

Piazza Affari guarda a nuovi allunghi, ma serve ancora cautela


La conclusione positiva di lunedì non hanno trovato un seguito ieri per le Borse europee che hanno anche provato a spingersi in avanti, fallendo però nel loro intento e chiudendo gli scambi in calo. Il Ftse100 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,43% e dello 0,38%, mentre ha evitato il segno meno il Dax30 che si è fermato sulla parità.


E' riuscita fare ancora meglio Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 22.119 punti, in progresso dello 0,15%, dopo aver segnato un massimo a 22.339 e un minimo a 21.998 punti. 
L'indice, dopo il rally di ieri, ha cercato di dare vita a nuovi allunghi, ma dopo aver avvicinato i massimi segnati nelle prime due sedute del mese in corso, si è mosso a passo di gambero, fermandosi poco sopra i 22.100 punti.
Con la tenuta di area 22.000 il Ftse Mib potrà tentare nuovi recuperi in direzione dei 22.300/22.400 punti che al momento rappresentano l'ostacolo principale.

Oltre questo livello le quotazioni dovrebbero superare agevolmente i 22.500 punti, con successivi allunghi verso i 22.800 punti prima di un approdo in area 23.000, raggiunta la quale si dovrebbe assistere ad una pausa prima di ulteriori rialzi. 
Al ribasso la prima soglia da monitorare è in area 22.000, sotto cui il Ftse Mib potrebbe andare a chiudere il gap-up lasciato aperto ieri in area 21.700/21.650.
Al di sotto di tale soglia la discesa proseguirà verso i 21.500 e i 21.350 punti, prima di un'eventuale estensione ribassiste in direzione dei 21.100/21.000 punti nella peggiore delle ipotesi. 
Al momento la view su Piazza Affari resta costruttiva, ma è consigliabile adottare una buona dose di cautela visti gli importanti appuntamenti in agenda nelle prossime sedute.  
Oggi sul fronte macro Usa si conoscerà l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma ancor più rilevante sarà l'indice dei prezzi alla produzione che a maggio dovrebbero evidenziare una variazione positiva dello 0,2% rispetto allo 0,1% precedente, e anche la versione "core" è vista in salita dello 0,2%, in linea con la lettura di aprile.


Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia. 
L'evento clou della seduta sarà il meeting della Fed che, secondo le previsioni, si concluderà con l'annuncio di un rialzo dei tassi nell'ordine di un quarto di punto all'1,75%-2%.
Mezz'ora dopo si seguirà la conferenza stampa del presidente della Banca Centrale americana, Jerome Powell. 

Sul fronte societario da segnalare prima dell'apertura di Wall Street i conti degli ultimi tre mesi di Kroger Co dai quali ci si attende un utile per azione di 0,63 dollari.



In Europa sarà reso noto il dato relativo alla produzione industriale che ad aprile dovrebbe evidenziare una variazione negativa dello 0,5% dopo il rialzo dello 0,5% precedente. 
Da seguire in Germania l'asta di titoli di Stato con scadenza a 10 anni per un ammontare massimo di 2 miliardi di euro.


A Piazza Affari domani i riflettori saranno puntati su Italgas che presenterà il piano strategico 2018-2024. 
Da seguire anche i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa in arrivo nel pomeriggio. 

Sotto i riflettori l'asta dei titoli di Stato visto che saranno offerti BTP con scadenza nel 2021 e nel 2025 per un importo compreso tra 1,5 e 2 miliardi di euro nel primo caso e tra 1,75 e 2,25 miliardi nel secondo.


In asta anche i BTP con scadenza nel 2026 e nel 2028 per un ammontare racchiuso tra 1 e 1,5 miliardi di euro. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.