-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 26 giugno 2018

L'Angolo del Trader


Bper in flessione nonostante Unipol abbia dichiarato di essere salita al 14,23% del capitale venerd? scorso. Da notare anche che Banco di Sardegna (gruppo Bper) ha annunciato il completamento della cessione di un portafoglio di sofferenze da 900 milioni di euro in un'operazione di cartolarizzazione con un valore dei titoli emessi pari al 28,10% del citato valore contabile dei crediti.
Pi? in generale sul comparto bancario potrebbero pesare anche le incertezze collegate a una proposta della Commissione economica guidata da Roberto Gualtieri presso il Parlamento Europeo che potrebbe ammorbidire il trattamento anche delle banche italiane appesantite da numerosi NPL sul versante degli accantonamenti prudenziali.

La proposta, secondo indiscrezioni, starebbe infatti incontrando diverse resistenze in Parlamento. Le quotazioni di BPER Banca sono scese fino a 4,666 euro dopo aver terminato venerd? a 4,783 euro. Nonostante la debolezza delle ultime ore il quadro grafico resta positivo: settimana scorsa ? stata superato a 4,55 euro il top del 1? giugno, limite superiore della figura a doppio minimo disegnata in area 4 euro dal 29 maggio.
Target del doppio minimo, calcolato in base alla proiezione della sua ampiezza a 5,10 euro, in prossimit? dei massimi di maggio a 5,164 euro, a loro volta allineati con il picco del 3 ottobre 2017 a 5,18 euro. Un eventuale superamento anche di area 5,18 sarebbe quindi da intendere come un segnale di forza valido anche per il medio periodo, che potrebbe portare verso obiettivi a 5,45 e 6 euro.

Solo discese al di sotto di area 4,55, area dove transita anche la media mobile esponenziale a 100 giorni, potrebbero fare temere una flessione prolungata. Supporto successivo a 4 euro, sui minimi del 29, 30 e 31 maggio.
A *Prysmian *potrebbe costare 50 milioni in pi? del previsto il dossier Westernlink che ha gi? mostrato un certo peso sulle finanze del gruppo impegnato nei calcoli dei risultati della fusione con General Cable.
Complessivamente il colosso dei cavi stima ora per l'aggregato Prysmian/General Cable un ebitda rettificato nel 2018 compreso tra 860 e 920 milioni di euro dai precedenti 910-970 milioni. Mediobanca mantiene una valutazione outperform sul titolo con target price a 29 euro dal momento che ritengono l'aumento dei costi solo una componente straordinaria.

I minimi di giornata, a 21,01 euro, si collocano molto al di sotto della chiusura di venerd? a 23,20 euro. A 21,50 euro il titolo ha violato il 61,8% di ritracciamento del rialzo dai minimi di febbraio 2016 (percentuale di Fibonacci), un supporto rilevante anche in ottica di medio periodo. Il rischio che il calo subito dai massimi di novembre 2017 prosegua ? elevato.
Le quotazioni avevano completato a fine maggio il testa spalle ribassista disegnato dal top di maggio 2017, una figura che proietta obiettivi a 18 euro circa. Solo in caso di violazione anche di quel supporto emergerebbe la possibilit? di ulteriori ribassi verso i minimi di inizio 2016 a 16,06 euro.

Per inviare un primo segnale di ripresa le quotazioni dovranno risalire oltre area 21,50. In quel caso possibile il test dei 22 euro, poi dei massimi di luned? a 22,40 euro.
*Fincantieri *in avvio di ottava non riesce a dare continuit? alla reazione avviata venerd? da 1,266 euro. Ieri la controllata di Fincantieri Vard ha annunciato di avere ottenuto un nuovo contratto per la costruzione di tre navi per la guardia costiera richieste dalla Norwegian Defence Materiel Agency ("NDMA").

Il valore del contratto supera i 5 miliardi di corone norvegesi (circa 520 milioni di euro). Graficamente il titolo si muove per vie laterali da oltre un mese, in un intervallo compreso tra 1,25 e 1,42 circa. La permanenza sopra il supporto indicato, la cui significativit? ? confermata dal passaggio della media mobile a 200 giorni, potrebbe offrire una solida base dalla quale tentare la rottura del limite superiore del range, coincidente a 1,41/1,42 con la trend line che scende dai massimi di inizio anno.

Oltre questo limite si aprirebbero dunque spazi di crescita verso 1,487 e 1,538 euro, con la possibilit? di slanci fino a 1,70 circa, per il test del lato alto di un canale disegnato dai minimi di met? maggio 2017. Discese sotto 1,25, e a maggior ragione sotto la media mobile citata, rischiano invece di ricondurre le quotazioni in area 1,16 circa, a contatto con la base del canale segnalato sopra.
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.