-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 giugno 2018

L'Angolo del Trader


Intesa Sanpaolo positiva in avvio di ottava, sovraperforma leggermente l'indice di settore Ftse Italia Banche che segna un rialzo dello 0,11 per cento. MF-Dowjones cita una fonte secondo la quale sarebbero gi? partite le trattative tra Intesa Sanpaolo e i sindacati in vista della prevista partnership con Intrum per una nuova piattaforma di gestione dei deteriorati.
Graficamente Intesa Sanpaolo ha disegnato tra la fine di maggio e l'inizio di giugno un potenziale doppio minimo a 2,38 euro circa. La figura ha fornito la sponda per una reazione che la scorsa ottava ha riavvicinato le quotazioni alla resistenza rilevante a 2,66, limite oltre la quale verrebbero dispiegati gli effetti del doppio minimo.

Per riportare il titolo su un sentiero di crescita e allontanare lo spettro di nuovi cali sar? dunque necessaria la rottura di questo ostacolo per obiettivi a 2,82 e 2,93 euro. Target successivo a 2,98, lato alto del gap del 21 maggio. La violazione di 2,38 rischia invece di riattivare il downtrend verso 2,18 euro, quota pari al 61,8% di ritracciamento del rialzo partito nell'estate del 2016.
Seduta movimentata quella di ieri per Saipem, scesa nelle prima fasi di scambi in scia al ribasso del prezzo del greggio per poi recuperare progressivamente nel corso della seduta fino a chiudere al di sopra della parit?.

Gli analisti di JP Morgan hanno ribadito sul titolo un consiglio di acquisto (overweight) con un target price posto a 4,3 euro. Da segnalare inoltre che la Consob ha comunicato ieri l'imposizione di sanzioni pari a 200.000 euro all'ex collegio dei sindaci del gruppo. Graficamente il titolo ha recentemente incontrato evidenti difficolt? nel superamento dei massimi del 22 maggio, a 4,05, avvicinati il 4 e il 12 giugno.
Il mancato superamento di quei livelli ha offerto ai corsi il pretesto per avviare una correzione che in caso di conferme al di sotto di quota 3,67 spianerebbe la strada al test dei supporti successivi posti a 3,48, media mobile a 100 giorni, e a 3,30 euro. Solo oltre 4,05 atteso il ritorno sui massimi di gennaio a 4,19 circa.
*Saras *in evidenza in avvio di ottava dopo la comunicazione dei dati settimanali sul margine di raffinazione medio dell'area Mediterranea (EMC Benchmark).

Il margine ? sceso la scorsa ottava a circa 2,5 dollari/barile rispetto alla settimana precedente. Il margine di raffinazione per giugno si attesta a 2,6 dollari/barile, in aumento rispetto a 2,2 dollari del mese di maggio e agli 1,7 dollari del primo trimestre 2018. Nel primo trimestre 2018 il margine di raffinazione di Saras si ? attestato a 3,8 dollari (rispetto a 1,7 dollari dell'EMC Benchmark), mentre per l'intero 2018 il gruppo punta a conseguire un premio al di sopra del margine EMC Benchmark pari a circa 2,5-3 dollari/barile.

Graficamente Saras ? riuscita a dare seguito al movimento ascendente partito a fine maggio fino ai top dello scorso mese a 2,11. Il superamento di questo ostacolo creerebbe le premesse per una ripresa duratura con target a 2,28 circa, poi a 2,40, massimi dello scorso autunno. Nella direzione opposta, discese sotto area 2, minimo della scorsa ottava, comporterebbero invece una rivisitazione di area 1,80, minimi di maggio e di fine aprile.
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.