-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 15 giugno 2018

L'Angolo del Trader


Acea vira in positivo nel pomeriggio dopo le dimissioni di Luca Alfredo Lanzalone dalla presidenza del consiglio di amministrazione di Acea SpA. Lanzalone ? agli arresti domiciliari in seguito a un'inchiesta della Procura di Roma per corruzione sul nuovo stadio della Roma che ha portato a nove arresti - fra i quali il costruttore Luca Parnasi - e 16 indagati.
Graficamente Acea ha reagito con decisione al nuovo test di area 13,30 e si ? portata nuovamente a contatto con una prima resistenza a 13,90 circa, media mobile a 50 giorni. Oltre questo ostacolo resterebbe solo la trend line che scende dai massimi di dicembre, a 14,15 circa, a impedire un recupero duraturo verso i top di aprile a 14,86 euro ed eventualmente fino a 15/15,10, quota pari al 50% di ritracciamento della discesa partita alla fine dello scorso anno.

Se area 14,15 dovesse invece respingere l'attacco dei compratori aumenterebbe il rischio di assistere a una fase laterale/ribassista verso 12,90.
Ferrari aggiorna i record. Berenberg ha alzato il target price su Ferrari a 135 euro da 125 euro. Il titolo della casa di Maranello a Piazza Affari ha toccato giovedi' un massimo a 127,60 euro.
A 125,15 euro si colloca il lato alto del canale crescente disegnato dai minimi di giugno 2016. Il superamento di questa resistenza puo' essere considerato un segnale di forza valido anche per il medio periodo: spesso dopo la rottura del limite superiore di un canale crescente si sviluppano movimenti di ampiezza almeno uguale a quella del canale stesso proiettata verso l'alto dal punto di interruzione della linea.

Il target ottenuto con questo metodo di calcolo si colloca a 152 euro. Oltre quei livelli sarebbero possibili allunghi fino ai 170 euro. Solo ripiegamenti al di sotto del top del 7 maggio a 118,70 metterebbero in discussione i segnali grafici di forza appena inviati facendo temere la ricopertura del gap rialzista del 4 maggio con base a 106,45 euro.
Banco BPM si riporta in positivo dopo un avvio in calo.
Il quotidiano MF ha riportato di un proseguimento del percorso di contenimento del rischio del gruppo e ha inserito Deutsche Bank tra i possibili advisor finanziari per il project Ace, che prevede lo smaltimento di crediti deteriorati per 3,5 miliardi di euro. L'istituto guidato da Giuseppe Castagna starebbe valutando se cedere portafogli di NPL o l'intera piattaforma di gestione come fatto da Intesa con Intrum Iustitia.

Le quotazioni giovedi', dopo il test di un minimo intraday in area 2,415 euro (close precedente a 2,446), sono rimbalzate fino a 2,469 euro. Trova quindi conferme il segnale positivo inviato il 13 giugno con il superamento della media mobile a 20 giorni. Un ulteriore segnale di forza verrebbe al superamento di 2,57, dove si colloca il 50% di ritracciamento del ribasso dal top di fine aprile.
Sopra quei livelli resistenze a 2,70 e a 2,87 euro. Flessioni fino in area 2,30 non pregiudicherebbero il proseguimento della fase di rimbalzo vista dai minimi di maggio a 2,04. Sotto area 2,30 invece rischio di ritorno in prima battuta proprio a 2,04, poi a 1,774, minimo di novembre 2016.
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.