-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 11 giugno 2018

Il Ftse Mib si impenna (+3,4%): costruttivi i commenti di Tria


Una seduta da incorniciare quella odierna per Piazza Affari che in un contesto positivo per i principali mercati azionari, si mette in evidenza in Europa. Il Ftse Mib, dopo aver registrato venerdì scorso la seconda chiusura più bassa dell'anno dopo quella del 29 maggio scorso, quest'oggi ha avviato gli scambi già in deciso rialzo, allungando progressivamente il passo nel corso della giornata.
Negli ultimi minuti l'indice delle blue chips registra un rally del 3,48% a ridosso dei 22.100 punti, sui livelli della chiusura dell'1 giugno scorso. 
I forti acquisti sull'azionario sono accompagnati da una netta riduzione dello spread BTP-Bund che negli ultimi minuti viene fotografato poco sopra i 233 punti base, con un ribasso di oltre il 10% rispetto al close di venerdì scorso.


Questo si riflette ovviamente sull'andamento del settore bancario che viene comprato a piene mani oggi a Piazza Affari. Unicredit e Intesa Sanpaolo vantano entrambi un rally di oltre il 6%, seguiti da Banco BP e Ubi Banca che si apprezzano di oltre cinque punti, mentre Mediobanca e Bper Banca viaggiano in salita del 4,5% e del 4,28%.

La contrazione del differenziale tra il decennale italiano e quello tedesco regala non poco buonumore anche alle utilities, tra le quali spiccano in particolare Italgas, Enel e Terna, tutti con rialzi poco distanti dal 4%. 
L'euforia registrata oggi dal mercato è da ricondurre principalmente alle dichiarazioni rilasciate ieri dal Ministro dell'Economia in un'intervista al Corriere della Sera.


Giovanni Tria ha fornito rassicurazioni sulla volontà dell'Italia di rimanere nell'euro e di perseguire una politica di riduzione del debito. 
Gli analisti di Equita SIM in una nota diffusa oggi segnalano i principali spunti dell'intervista, evidenziando che non e? in discussione alcun proposito di uscire dall’euro, e il Governo e? determinato a impedire in ogni modo che si materializzino condizioni di mercato che spingano all’uscita.
Inoltre, i nuovi conti saranno presentati con la nota di aggiornamento del DEF di settembre, ma saranno del tutto coerenti con l’obiettivo di proseguire sulla strada della riduzione del rapporto debito/PIL.
L’obiettivo del nuovo Governo e? la crescita e l’occupazione, ma non puntando al rilancio della crescita tramite deficit spending.


La SIM milanese sottolinea che il programma e? imperniato su riforme strutturali e centrale e? il rilancio degli investimenti pubblici, decisivi per rafforzare la competitivita? del Paese.
Da notare che è stata respinta l’idea di pagare i debiti della Pubblica Amministrazione attraverso l’emissione di mini-BOT, ritenendo che il modo migliore per risolvere il problema sia quello di pagare nei tempi previsti e in denaro.
Il Ministro Tria ha inoltre dichiarato che la controriforma della governance delle popolari e delle bcc non e? una priorita? del Governo.

Secondo gli analisti i rischi di ripercussioni sulle banche gia? trasformate era comunque piuttosto basso, mentre ci potevano essere ulteriori ritardi nel processo di trasformazione per Banca Popolare di Sondrio, ma questo scenario adesso sembra meno probabile.
Equita SIM definisce costruttivi i commenti del nuovo Ministro dell'Economia, spiegando che gli stessi sembrano dare priorita? a riforme strutturali rispetto agli stimoli fiscali.

Le dichiarazioni di Tria arrivano dopo un’altra settimana difficile per i mercati italiani e in anticipo rispetto a quella iniziata oggi che si preannuncia particolarmente intensa sul fronte della politica monetaria, visto che nelle prossime giornate sono in agenda i meeting della Fed, della BCE e della BoJ.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.