-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 11 giugno 2018

Ftse Mib: rally sulle banche. Si festeggia anche per lo spread


Apertura di settimana spumeggiante per la Borsa italiana. Alle 10 infatti il Ftse Mib vantava un rally pari a 2,5% che coinvolge per lo più il settore bancario, complici soprattutto le dichiarazioni del neoministro all'economia Giovanni Tria il quale non solo ha rassicurato i mercati sulla permanenza dell'Italia nella zona euro ma ha anche sottolineato che le prossime mosse dell'esecutivo saranno indirizzate a ridurre il rapporto debito-pil.

La situazione di Intesa Sanpaolo

E' stato sufficiente questo per permettere prima di tutto allo spread di scendere sotto i 240 punti e poi al Ftse Mib di salire sugli scudi e portare con sé l'intero settore bancario, in particolare le due grandi big ovvero Unicrdit e Intesa Sanpaolo.

In particolare quest'ultima, stando a quanto rivelato dal Financial Times, sarebbe in trattative con BlackRock per la vendita di una quota di minoranza del fondo Eurizon che, in mano di Intesa, gestisce circa 314 miliardi di euro contro gli oltre 6.300 miliardi di dollari di BlackRock; nello specifico si tratterebbe di un upgrade che porterebbe il colosso Usa del risparmio gestito dall'attuale soglia del 5% a una del 10%.
L'intenzione di Intesa, stando a quanto dichiarato a suo tempo dai vertici dell'istituto, sarebbe quella di creare una sorta di storia in stile Amundi, la creatura nata dalla fusione dei rami di asset management di Crédit Agricole e Société Générale la quale a fine 2016 registrò a sua volta l'acquisizione di Pioneer da Unicredit.

...

e quella di Unicredit

Proprio quest'ultima, intanto, è reduce da una serie di indiscrezioni che la vorrebbero sull'orlo di una fusione con SocGen, opzione che, sebbene vista come remota dalla maggior parte degli analisti, ha permesso alla banca italiana di salire agli onori delle cronache.
Oori che Unicredit ha rivisto ei giorni scorsi in occasione di altre indiscrezioni, questa volta in merito a due accordi esclusivi di partnership con Allianz e Generali. Per la distribuzione di prodotti assicurativi a piccole e medie imprese nella zona balcanica. Ad ogni modo oggi, aiutate come detto dalle ultime dichiarazioni politiche, Unicredit, intorno alle 10.30, corre oltre il 5% mentre Intesa Sanpaolo arriva a +4,4%, un'euforia che ha contagiato anche altri nomi come Banca Generali (2,14%), Banca Ifis (2,3%) Banco BPM (3,12%) e banca MPS (3,9%).
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.