-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 22 giugno 2018

Fed: le 35 più grandi banche Usa superano primo round stress test

Roma, 22 giu. (askanews) - La Federal Reserve ha determinato che le più grandi banche americane godono di una così buona salute da potere affrontare una crisi economica grave durante la quale sarebbero comunque in grado di concedere prestiti. E lo farebbero senza dovere ricorrere, come successo nel 2008, agli aiuti dei contribuenti.
La banca centrale americana ha detto che le 35 più grandi banche Usa - che detengono l'80% degli asset in Usa - sono "fortemente capitalizzate". E' questo l'esito del primo round di stress test di quest'anno diffusi dalla Fed. Il secondo ci sarà giovedì prossimo e riguarda i piani di distribuzione di capitali ai soci sotto forma di cedole e riacquisto di titoli propri.
Nel peggiore degli scenari, mai così cupi, la Fed ha calcolato che gli istituti di credito subirebbero perdite per 578 miliardi di dollari durante i nove trimestri presi in considerazione nella simulazione. In un tale contesto, il tasso di disoccupazione salirebbe di quasi il 6% al 10%, i prezzi delle case crollerebbero del 30%, l'azionario subirebbe un tonfo del 65% e il Pil registrerebbe una contrazione di più dell'8%. Nello scenario più avverso sono previste anche recessioni gravi nell'Eurozona, nel Regno Unito e in Giappone.
"Nonostante uno scenario difficile e altri fattori che hanno condizionato gli stress test di quest'anno, i livelli di capitale dei gruppi successivamente a un'ipotetica recessione globale severa sono più alti dei livelli di capitali che le banche più grandi avevano prima della recessione più recente", ha detto Randal Quarles, a capo della supervisione bancaria nella Fed.
Nello scenario più avverso, Goldman Sachs e Morgan Stanley sono le banche i cui capitali in rapporto agli asset totali scenderebbero rispettivamente al 3,1% e al 3,3% appena sopra il minimo del 3% richiesto dalla Fed.
Ora non resta che aspettare il secondo round di stress test che verrà diffuso giovedì prossimo. Con esso la Fed di Jerome Powell determinerà il destino dei piani di distribuzione dei capitali delle banche. I loro soci si preparano a festeggiare: sono attesi dividendi e piani di buyback per un valore superiore del 25% rispetto a quello dello scorso anno.
A24/Spa

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.