-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 14 giugno 2018

Comcast all'attacco della Fox con un'offerta record


Come era facile prevedere il sì del giudice federale per l'acquisto della Time Warner da parte del colosso delle tlc AT&T (costo dell'operazione 85 miliardi di dollari) ha portato con sé una serie di effetti a catena.

Il caso Comcast

Il primo della (lunga) serie è l'offerta cash di 52,4 mld di dollari ufficializzata nella notte da parte di Comcast per l'acquisto dell'impero di Rupert Murdoch, una serie di asset della 21st Century Fox che comprendono Sky, Star India e il servizio di video in streaming Hulu tutti già nel mirino dell'interesse di un altro grande protagonista dell'intrattenimento, ovvero Disney dal quale ci si attende un eventuale rilancio.

La prima ad avvantaggiarsene è stata proprio la Fox le cui azioni (classe A) hanno registrato un +7,5% a fine chiusura, al centro di un'offerta che è superiore al 20% rispetto a quella proposta dalla stessa Disney e che viene valutata come più probabile anche da Brian Roberts CEO Fox.
Intanto, dopo un processo di sei settimane, come detto, è arrivato l'ok da parte del tribunale d'appello per la fusione AT&T-Time Warner si valutano anche gli impatti in arrivo non solo per le società che potrebbero adesso trovare un illlustre precedente ma anche per gli investitori.

Il cambio dei piani

Comcast e Disney inizierebbero, come presumibile, una guerra a colpi di offerte per l'impero Fox.

Infatti precedentemente, per questioni di nulla osta da parte delle autorità di controllo, la Fox preferiva l'offerta della Disney (29,5 dollari ad azione), inferiore a quella della Comcast (34,41 dollari) ma potenzialmente più fattibile; con il colpo di scena della sentenza, però, adesso lo scenario cambia e la riunione del 10 luglio fissata dalla Fox per decidere sulla fusione con Disney potrebbe essere in forse.
Da parte sua, intanto, la Disney punta a diventare un nuovo hub per l'intrattenimento televisivo e soprattutto in streaming.

Nel frattempo, Comcast guarda con favore a Sky Networks , il colosso europeo della pay-TV di cui Fox possiede una partecipazione del 39%, oltre ovviamente ad un'offerta che voci di corridoio volevano pronta già prima della sentenz adi AT&T, per il resto della società.
Per quanto riguarda gli investitori Comcast, anche loro potrebbero inizialmente gioire.
Da un lato ci sarebbe la possibilità di acquisire sia Fox che Sky, dall'altro, però, tali acquisizioni peserebbero pesantemente sul bilancio della società. Allargando la visuale agli altri nomi, invece, aumentano le probabilità di una fusione tra T-Mobile e Sprint; a suo tempo, quando venne dato l'annuncio del progetto, si registrò un calo notevole sui due titoli.

Il motivo? La difficoltà di realizzazione con non pochi problemi sul fronte normativo, problemi che la sentenza a questo punto potrebbe aver, se non cancellato, per lo meno attutito. Il CFO di T-Mobile, Braxton Carter, prevede tra l'altro circa 37 miliardi di dollari di sinergie derivanti dalla combinazione delle reti wireless e delle operazioni di vendita al dettaglio.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.