-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 21 giugno 2018

Borse dell'Asia miste, dopo il record del Nasdaq ed il calo del Dow Jones

I mercati azionari dell'Asia sono contrastati stamattina, replicano la contraddittoria chiusura di Wall Street, dove il Nasdaq ha guadagnato lo 0,7%, nuovo record storico. Nel giorno del record della Borsa di Toronto e dell'indice Russell 2.000 delle società piccole e medie quotate a New York, il Dow Jones ha perso lo 0,2%, settimo calo consecutivo. 
Perdono di rilevanza le dichiarazioni bellicose sui commerci, arrivate anche nelle ultime ore da Cina e Stati Uniti. Ieri sera la Casa Bianca ha accusato la Cina di aver orchestrato una "aggressione economica", stanotte un portavoce del Ministero del commercio di Pechino ha detto che la Cina è in grado di rispondere immediatamente a qualsiasi nuovo provvedimento. 
Però la guerra commerciale, comincia a far danni seri. Stanotte Daimler ha annunciato il taglio degli utili dell'anno in corso: i dazi imposti dalla Cina sulle automobili importate dagli Stati Uniti, hanno messo fuori mercato i suoi SUV Mercedes, prodotti negli States e venduti in Cina. 
La Borsa del Giappone, piatta per tutta la notte, si avvia a chiudere in rialzo dello 0,5%. Lo yen si indebolisce su dollaro a 110,6. Dopo una partenza in rialzo, perdono terreno i mercati azionari della Cina: Hong Kong -0,5%, indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen -0,1%. Il dollaro continua a rafforzarsi sullo yuan, arrivando sui massimi da gennaio a 6,49. Ieri la Banca del Popolo della Cina ha provato a modificare il trend, fissando un livello di riferimento per il cambio un po' inaspettato, ma il rimbalzo dello yuan è durato poco. Nuovo record per la Borsa della Nuova Zelanda. 

L'euro è in calo su dollaro a 1,156, sui minimi delle ultime tre settimane. Stanotte i giornalisti di Bloomberg hanno chiesto ad alcuni gestori di fondi obbligazionari del Giappone cosa ne pensano dell'Europa. Yusuke Ito, il responsabile degli investimenti di un fondo da 500 miliardi di dollari, Asset Management One, ha risposto che non ha alcun problema con l'Europa, in particolare con l'Italia, sua prima preferenza in questo momento. Secondo Ito si parla troppo di politica, da questo punto di vista, gli avvenimenti degli ultimi tre mesi, non hanno cambiato il corso principale, per cui, rafforzerà le posizioni sul debito italiano e spagnolo. 


Terzo giorno filato di ribasso per il petrolio Brent, stamattina è scambiato a Singapore a 74,3 dollari il barile (-0,5).

www.websimaction.itwww.websim.itwww.websimaction.it

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.