-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 15 giugno 2018

Bond News: Euromacro


Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
In Germania l'Ufficio di Statistica Destatis ha comunicato che l'Indice dei Prezzi all'Ingrosso (Wholesale Price Index) nel mese di maggio ? aumentato del 2,1% rispetto a un anno fa dal +1,4% della lettura precedente. Su base mensile il WPI ? cresciuto dello 0,8% dopo l'incremento dello 0,5% di aprile e la variazione nulla di marzo.
Gli analisti avevano previsto un incremento dello 0,3%.
In Italia ad aprile si stima che il fatturato dell'industria aumenti su base congiunturale dello 0,3%, dopo la variazione positiva dello 0,6% rilevata nel mese precedente; tuttavia, nella media degli ultimi tre mesi, l'indice complessivo diminuisce dello 0,6% sui tre mesi precedenti.L'Istat riporta che gli ordinativi registrano una diminuzione congiunturale (-1,3%), che segue il leggero incremento del mese precedente (+0,3%).

Nella media degli ultimi tre mesi sui tre mesi precedenti si registra una riduzione pari al 2,9%.L'andamento congiunturale del fatturato ad aprile ? sintesi di un incremento sul mercato estero (+1,2%) e di una leggera flessione su quello interno (-0,2%). La flessione congiunturale degli ordinativi ? pi? rilevante per le commesse raccolte sul mercato estero (-1,6%) rispetto a quelle provenienti dal mercato interno (-1,0%).Gli indici destagionalizzati del fatturato segnano incrementi congiunturali per tutti i raggruppamenti principali di industrie a eccezione dei beni di consumo (-0,7%); il maggior aumento ? quello relativo all'energia (+3,3%).Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 19 contro i 18 di aprile 2017), il fatturato totale cresce in termini tendenziali del 4,0%, con incrementi del 3,7% sul mercato interno e del 4,4% su quello estero.Tutti i settori manifatturieri registrano incrementi tendenziali del fatturato: i pi? rilevanti riguardano le industrie metallurgiche (+10,0%) e quelle che producono macchinari (+8,0%).L'indice grezzo degli ordinativi segna un aumento tendenziale del 6,4%, con un incremento maggiore per il mercato estero (+7,3%) rispetto a quanto rilevato per il mercato interno (+5,7%).

Anche in questo caso la crescita pi? ampia si registra per la metallurgia (+10,0%).
L'Istat rende noto che nel mese di mese di maggio 2018, si stima che l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettivit? (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenti dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell'1,0% su base annua (da +0,5% registrato ad aprile).
La stima preliminare era +1,1%.La marcata ripresa dell'inflazione si deve prevalentemente ai prezzi dei Beni alimentari non lavorati, la cui crescita tendenziale passa da +0,7% di aprile a +2,4% e dei Beni energetici non regolamentati (da +2,7% a +5,3%). A questi fattori si aggiunge l'inversione di tendenza della dinamica dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da -0,7% a +1,7%); contribuiscono poi, seppur in misura minore, i prezzi dei Tabacchi (da +2,8% a +3,4%) e quelli dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +1,0% a +1,3%).
Eurostat ha comunicato che nel mese di aprile il surplus della Bilancia Commerciale dell'Eurozona (dato destagionalizzato) e' risultato pari a 16,7 mld di euro, in calo dai 15,7 mld di aprile 2017.

In base alle prime stime ad aprile le esportazioni sono cresciute dell'8% rispetto ad aprile 2017 mentre le importazioni sono aumentate dell'8,1% nello stesso periodo.
Eurostat ha comunicato che nel mese di maggio il dato relativo all'Indice dei prezzi al consumo (CPI definitivo) ? cresciuto dell'1,9% su base annuale in linea con le attese ma in crescita dal +1,2% di aprile.
In crescita dello 0,5% l'inflazione mensile dopo la crescita dello 0,3% della lettura precedente. L'indice Core (esclusi i prezzi di energia, cibo, alcool e tabacco) cresce dello 0,3% rispetto ad aprile.
Eurostat ha reso noto che nella Zona Euro il costo orario del lavoro nel primo trimestre del 2018 e' salito del 2% su base annuale (precedente trimestre +1,4%).
La Banca di Spagna riferisce che il rapporto debito/Pil ha raggiunto il 98,8% alla fine del primo trimestre dal 98,3% di fine 2017.Il governo spagnolo si ? posto l'obiettivo di tagliare il debito fino a raggiungere il 97% del Pil entro la fine dell'anno.
Secondo quanto riportato gioved? dall'Ellinik? Statistik? Arch? (Elstat, l'ente statistico di Atene), nel primo trimestre 2018 la disoccupazione ? rimasta stabile in Grecia al 21,2% gi? registrato nell'ultimo periodo del 2017 (20,2% nel terzo trimestre e 21,1% nel secondo), contro il 23,3% del corrispondente periodo gennaio-marzo dello scorso anno.

Settimana scorsa l'Elstat aveva comunicato la lettura per il solo mese di marzo, attestatasi al 20,1% contro il 20,6% di febbraio e il 22,1% di un anno prima.
In calo i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 643,661 miliardi di euro, dai 658,609 miliardi della lettura precedente.
Scendono a 65 milioni di euro i prestiti marginali da 99 milioni della rilevazione precedente.
Spread BTP/Bund a 222 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,62%.
In rialzo i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di settembre sale a 161,21 punti (+0,30%) ed il Bobl future si attesta a 131,68 punti (+0,16%).
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.