-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 25 giugno 2018

3 titoli da evitare a causa della Fed


L'attenzione dei mercati si sta concentrando sulle strategie della Federal Reserve per un ritorno alla normalità delle politiche monetarie. Ma si tratta di un terreno particolarmente scivoloso: se la Fed dovesse fare una scelta azzardata si rischia una recessione. Ad ogni modo, a prescindere da tutto, tassi d'interesse più alti avranno comunque un impatto negativo sulle azioni di alcuni settori, tra cui quello immobiliare, settore che generalmente è solito fare grande uso di prestiti.

Questo il punto di partenza dell'analisi di Tom Taulli che suggerisce tre titoli da cui stare alla larga.

CBL & Associates Properties

Il megatrend dell'e-commerce guidato da Amazon.com, Inc.
(NASDAQ: AMZN ) sta causando il caos sulla tradizionale industria al dettaglio con fallimenti che spesso si contano con cadenza settimanale. Solitamente i REIT (Real Estate Investment Trust) sono considerati ottimi esempi di titoli che pagano buoni dividendi, ma adesso, in alcuni settori, potrebbe non essere più così.

CBL & Associates Properties, Inc. (NYSE: CBL) infatti, è specializzato in centri commerciali tra cui alcuni che nell'ultimo trimestre hanno dovuto vedere il fallimento di alcune catene come Bon-Ton. Alla luce di tutto ciò, l'esperto non vede luci positive anche i virtù di un tasso di occupazione in calo (dal 92,1% al 91,1%)

Redfin Corp (NASDAQ: RDFN)

In questo caso l'attenzione è per una società di intermediazione immobiliare che nasce da un nuovo modello di business: invece di affidarsi a agenti su commissione, la società ha dipendenti che sono pagati in base a fattori come il successo dei clienti.

Redfin ha deciso di implementare la sua strategia di fidelizzazione con le tecnologie, come le app mobili. Grazie a questo stratagemma si sono potuti abbattere i costi delle commissioni (tra l'1% e l'1,5% del valore di una casa contro una media tra 2,5% e 3%) tra i più bassi del settore. Ma il problema rimane.
La società, infatti, registra la maggior parte degli introiti da immobili residenziali, che possono essere soggette a cicli di boom-bust. E l'aumento dei tassi non è certo un fattore che aiuta. Lo hanno capito anche da Goldman Sachs Group Inc (NYSE: GS ) dove le azioni Redfin sono passate da "Neutral" a " Sell" anche a causa di un altro fattore: la concorrenza esacerbata di nuovi operatori iBuyer, che puntano all'acquisto veloce e diretto dell'immobile.

ANNALY Cap Mgmt

Ogni volta che aumentano i tassi di interesse, di solito c'è una pressione sui REIT ipotecari (noti anche come mREIT).

Queste società hanno in portafogli i titoli ipotecari e passano il rendimento agli investitori. Nel caso di questa società il rendimento è pari all'11,45% una cifra che potrebbe non essere sostenibile. Il motivo? La società prende in prestito denaro a breve termine e utilizza il capitale per acquistare mutui a tasso fisso.
Ma con l'aumento dei tassi di interesse è inevitabile una pressione sui margini, soprattutto considerando che i tassi a lungo periodo non si sono alzati di molto. Se poi si guarda indietro nel tempo è impossibile, ricorda Taulli, non pensare a quel 2013 quando NLY ha dovuto tagliare il suo rendimento, mossa che ha portato poi a un crollo del titolo pari al 40%.

In altre parole si tratta di un'azione particolarmente sensibile ai tassi di interesse.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.