-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 11 maggio 2018

Titoli volati oltre il raddoppio


Il mercato azionario è stato un po' volatile quest'anno, ma ci sono alcuni settori che stanno ancora registrando aumenti interessanti. Ad esempio, ricorda Chris Neiger, il settore tecnologico può sfruttare nomi come Square ( NYSE: SQ ) e Netflix ( NASDAQ: NFLX ) che hanno visto le loro azioni quintuplicarsi.

Square

Nello specifico, Square ha regisrato un +176% negli ultimi 12 mesi.

La società ha deciso di andare oltre le sue solite mansioni e perciò oltre a fornire terminali POS ai commercianti ed altri servizi di pagamento anche attraverso al sua app peer-to-peer (Square Cash), ha deciso di attuare un servizio di prestiti alle piccole imprese attraverso Square Capital e provare con le prenotazioni di cibo online.
Anche questo ventaglio di diversificazioni è utile per giustificare ricavi netti in aumento del 36% anno su anno nel quarto trimestre e da un aumento dell'EBITDA, sempre nel quarto trimestre, pari al 38% ($ 41 milioni) e al 33% anno su anno ($ 36 milioni) nel primo trimestre. Alla base del successo anche la fidelizzazione dei suoi nuovi clienti in abbonamento: stando ai numeri di Neiger, le aziende che vendono massimo $ 125.000 all'anno hanno rappresentato il 53% del volume di pagamento lordo della società (GPV) nel quarto trimestre del 2017 mentre quelli che spendono $ 500.000 o più all'anno costituiscono il 20% del GPV, in aumento rispetto al 13% di due anni fa.

Ovviamente in un settore come questo la concorrenza non solo è agguerrita ma anche preparata con nomi come Intuit e PayPal perciò è facile intuire che Square sebbene stia costruendo un marchio forte non ha ancora forti elementi di vantaggio.

Netflix

Diverso il discorso per Netflix: con i suoi 125 milioni di membri è leader indiscusso di un nuovo modo di guardare film che lui stesso ha creato.
La società sta vivendo una crescita significativa degli utenti in parallelo ad una espansione sui mercati internazionali: sul totale, infatti, gli abbonati non statunitensi sono pari al 54% con un aumento, per il primo trimestre di quest'anno, del 42% anno su anno.
Buone notizie anche per ricavi (40% nell'ultimo trimestre) e utili diluiti per azione (60% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso).

Come detto, Netflix è leader incontrastato ma deve comunque subire l'aumento della pressione sul fronte della concorrenza anche da parte di grandi nomi come Disney' s ( NYSE: DIS) il quale, oltre al franchise può vantare un catalogo di grandi classici e di grandi titoli come Star Wars.
A questo sia ggiunga il fatto che Netflix ha profilato, nel tempo, le abitudini di visualizzazione degli utenti (tutto da ciò che guardiamo e quando lo guardiamo) così da poter creare offerte sempre più personalizzate a seconda delle varie fasce di spettatori. Cosa temere su Netflix? I tanti investimenti sulla creazione di contenuti: finora hanno sempre premiato ma, stando all'analista, è bene che non crescano oltre misura.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.