-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 24 maggio 2018

Piazza Affari: nervi ancora tesi. Cautela in caso di rimbalzi


Anche la seduta odierna si è conclusa con il segno meno per le Borse europee che, dopo il calo di ieri, hanno anche provato a risalire la china, fallendo però nel loro intento. L'andamento negativo di Wall Street ha contribuito ad appesantire il sentiment degli investitori e così i listini hanno chiuso tutti in calo.
Il Cac40 si è difeso meglio degli altri con un ribasso dello 0,31%, mentre il Ftse100 e il Dax30 si sono mossi quasi di pari passo, cedendo rispettivamente lo 0,92% e lo 0,94%.
Conclusione negativa anche a Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 22.749 punti, in calo dello 0,71%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 23.141 e un minimo a 22.627 punti.


L'indice ha provato a riportarsi sopra la soglia dei 23.000 punti, ma dopo aver avvicinato quota 23.150 ha cambiato direzione di marcia, scendendo sui livelli lasciati alle spalle ad inizio aprile.

Ftse Mib sui minimi da inizio aprile: i possibili scenari

Il Ftse Mib non sembra aver trovato ancora una base da cui tentare un recupero più convincente e questo lo espone al rischio di ulteriori ripiegamenti nel breve.
Al ribasso la prima soglia da monitorare è quella dei 22.600/22.500 punti, sotto cui la discesa proseguirà verso i 22.200 punti prima e in seguito in direzione dei 22.000/21.900 punti, in corrispondenza dei quali è attesa una reazione da parte dei compratori.
Se l'indice riuscirà a difendere la soglia dei 22.600/22.500 punti, potrà avviare un recupero che al superamento dei 22.800 lo vedrà dapprima al test dei 23.000 punti e in seguito a quello dei 23.150/23.200.


Oltre questo livello l'indice potrà ambire ad ulteriori rimbalzi con target i 23.500 punti, abbattuti i quali non dovrebbe essere particolarmente difficile un ritorno sulla soglia dei 24.000 punti, il raggiungimento della quale appare poco probabile nell'immediato, vista anche la distanza della stessa dai prezzi correnti.
La situazione politica in Italia continua ad avere un peso notevole su Piazza Affari, così come sul mercato obbligazionario, per cui è difficile ipotizzare che ci possano essere movimenti dell'indice duraturi e definiti in assenza di indicazioni dal fronte politico.
Saranno queste ultime infatti a guidare il sentiment nel brevissimo e proprio in base alle notizie che arriveranno dal mondo politico si potranno verificare spunti direzionali anche decisi in un verso o nell'altro.


Al momento la tendenza del mercato si conferma ribassista e permane il rischio di ulteriori flessioni, ma sarà altrettanto probabile assistere a dei tentativi di recupero, dettati in primis dall'ipervenduto, da approcciare con molta cautela.

I market movers in America

Nell'ultima seduta della settimana in America il focus sarà sugli ordini di beni durevoli che ad aprile dovrebbero evidenziare una variazione negativa dell'1,4% dopo il rialzo del 2,6% precedente, mentre al netto della componente trasporti si stima una variazione positiva dello 0,5% rispetto allo 0,3% di marzo.


Per il dato finale della fiducia Michigan di maggio si prevede una lettura pari a 99 punti, in rialzo rispetto ai 98,8 dell'indicazione preliminare e ai 98,8 punti della versione definitiva di aprile.
Poco prima dell'apertura di Wall Street è previsto un discorso del presidente della Fed, Jerome Powell, mentre a mercati aperti prenderanno la parola alcuni membri della Banca Centrale americana.

Si tratta di Robert Kaplan, presidente della Fed di Dallas, di Charles Evans, a capo della Fed di Chicago e di Raphael Bostic, presidente della Fed di Atlanta.
In tema di risultati societari segnaliamo Foot Locker che alzerà il velo sui conti degli ultimi tre mesi dai quali ci si attende un utile per azione di 1,24 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa i riflettori saranno puntati nuovamente sulla Germania dove sarà reso noto l'indice IFO che a maggio è atteso in calo da 102,1 a 101,9 punti, mentre in Francia si conoscerà la fiducia dei consumatori che in riferimento al mese in corso dovrebbe scendere da 101 a 100 punti.  
Da segnalare infine una riunione dell'Ecofin.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si segnala un'assemblea di Ambienthesis per il via libera ai dati di bilancio dello scorso anno e sarà da seguire Fca in vista dei dati sulle immatricolazioni di veicoli commerciali in Europa che saranno diffusi da Acea con riferimento al mese di aprile.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.