-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 7 maggio 2018

Petrolio, analisi fondamentale settimanale

I future sul petrolio greggio statunitense, il West Texas Intermediate, e quelli sullo standard internazionale, il Brent, hanno trascorso gran parte della settimana muovendosi in direzione laterale tendente al ribasso; il timore di nuove sanzioni e un’offerta globale sotto controllo hanno sostenuto i prezzi, mentre la preoccupazione rispetto all’aumento della produzione USA hanno prenato eventuali rally.
I future sul greggio WTI con scadenza a giugno hanno chiuso la settimana a 69,72 $, in rialzo di 1,62 $ (+2,38%), mentre i future sul greggio Brent con scadenza a giugno hanno concluso a 74,87 $, in rialzo di 1,08 $ (+1,46%).
WTI giugno, grafico giornaliero
Entro la fine della settimana, tuttavia, l’azione di prezzo suggeriva che gli acquirenti degli hedge fund ritengono che il presidente Trump si allontanerà dall’accordo sul nucleare iraniano, portando a possibili interruzioni degli approvvigionamenti e persino a una riduzione delle scorte mondiali nella seconda metà del 2018.
Recentemente Trump ha affermato che, a meno che gli alleati europei non correggano i “terribili difetti” dell’accordo internazionale entro il 12 maggio, si rifiuterà di estendere gli sgravi alle sanzioni statunitensi per la Repubblica islamica produttrice di petrolio.
Il ministro degli Esteri dell’Iran ha dichiarato il 3 maggio che le richieste statunitensi di cambiare l’accordo nucleare del 2015 sono inaccettabile; intanto il tempo concesso da Trump agli europei per “aggiustare” l’accordo sta scadere.
Secondo la Energy Information Administration (EIA), nella settimana conclusasi il 27 aprile le scorte di greggio sono aumentate di 6,2 milioni di barili,  quando i trader prevedevano un incremento di soli 1,0 milioni di barili. I trader si sono scrollati di dosso le notizie perché l’aumento a sorpresa delle scorte si concentrava in gran parte sulla costa occidentale, dove l’offerta ha superato i 5 milioni di barili.
Le scorte di benzina sono aumentate in settimana di 1,2 milioni di barili, mentre le scorte di distillati sono diminuite di 3,9 milioni di barili (dati EIA).  I trader si aspettavano un calo dell’offerta di 1 milione di barili per la benzina, mentre le scorte di distillati erano previste in calo di 1,3 milioni di barili.

Brent giugno, grafico giornaliero

Previsioni

L’azione di prezzo alla fine della settimana scorsa indica fortemente che i trader stanno assumendo posizioni rialziste rispetto all’Iran nei contratti petroliferi con scadenza del 12 maggio. Le aspettative che gli Stati Uniti ritireranno dall’accordo e si asterranno da ulteriori alleggerimento delle sanzioni contro l’Iran continueranno a sostenere i prezzi la prossima settimana.
Rimane il dubbio su quanto i prezzi potrebbero salire a causa dell’aumento della produzione negli Stati Uniti. La produzione ininterrotta nel bacino scisto del Permiano supera la capacità dell’oleodotto, mentre i problemi di raffinazione locale hanno esacerbato l’eccesso di offerta nella regione. Secondo alcuni rapporti il greggio West Texas Intermediate per la consegna nel Midland, in Texas, ha raggiunto i minimi in oltre tre anni e mezzo. WTI in Midland è sceso fino a $ 14 al barile sotto i future benchmark.
Inoltre, Baker Hughes ha riportato che il suo conteggio settimanale delle piattaforme petrolifere statunitensi è salito per la quinta settimana consecutiva. Il numero di pozzi che operano nei campi petroliferi americani è salito di 9 unità la scorsa settimana, per un totale di 834 impianti. Siamo probabilmente in grado di vedere la forza nel mercato se gli speculatori continuano a scommettere sugli Stati Uniti che ritirano dall’accordo Iran; dato l’aumento della produzione statunitense, i prezzi probabilmente scenderanno drasticamente se la prossima settimana gli europei proporranno a Trump un piano per salvare l’accordo nucleare Iran.
Gli europei non sembrano troppo fiduciosi di poter convincere Trump che il loro piano è fattibile. Secondo i media, avrebbero iniziato a lavorare sulla protezione dei legami commerciali tra l’UE e l’Iran, in vista del ritiro del presidente degli Stati Uniti dall’accordo.

This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.