-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 30 maggio 2018

Netta frenata per l'Asia-Pacific. Il Nikkei 225 perde l'1,52%


Dopo la netta frenata di Wall Street (peggiore dei tre principali indici Usa marted? il Dow Jones Industrial Average, deprezzatosi dell'1,58%), le perdite si sono confermate alla riapertura degli scambi in Asia. Un vero e proprio sell-off che arriva in scia ai timori sulla tenuta dell'Eurozona, per le note vicende politiche italiane, ma anche con il riaccendersi delle tensioni commerciali tra Washington e Pechino.
Mentre il petrolio resta in contrazione per la sesta sessione consecutiva, il clima ribassista dei mercati azionari viene confermato dal declino superiore all'1,50% registrato dall'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso.
Sul fronte valutario, il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa americana nei confronti delle altre dieci principali monete, ? poco mosso ma resta vicino ai massimi dallo scorso novembre.

Si rafforza di circa lo 0,20% invece lo yen sul biglietto verde, contribuendo alla seduta negativa di Tokyo: in chiusura il Nikkei 225 segna un declino dell'1,52% (performance simile per l'indice pi? ampio Topix, in calo dell'1,46%), dopo avere sfiorato una perdita del 2% in intraday. Sul fronte macroeconomico, le vendite retail del Giappone sono cresciute in aprile dell'1,6% annuo, in accelerazione rispetto all'1,0% di marzo, che era anche il progresso del consensus di Bloomberg.
La fiducia dei consumatori del Sol Levante ? invece salita in maggio a 43,8 punti dai 43,6 punti di aprile ma sotto ai 43,9 punti stimati dagli economisti.
La seduta ? decisamente negativa anche le piazze cinesi. A circa un'ora dallo stop alle contrattazioni Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 sono infatti in arretramento di circa l'1,40% e l'1,10% rispettivamente, contro una flessione intorno all'1,50% per lo Shenzhen Composite.

E Hong Kong si allinea all'andamento dei mercati della Cina continentale: l'Hang Seng ? infatti in ribasso di circa l'1,40% (fa anche peggio l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, in declino dell'1,70%). Contrazione superiore al 2% per il Kospi di Seoul, peggiore performer tra i principali indici dell'Asia-Pacific, mentre Sydney ? di fatto la piazza meno colpita dal sell-off (0,48% la contrazione dell'S&P/ASX 200).
(RR - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.