-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 9 maggio 2018

Lavoro, i dipendenti oggi preferiscono benefit anziché aumenti di stipendio. Ecco perché



(Getty)

Prima si andava a caccia dell’aumento. Oggi della palestra e della retta dell’asilo. Le aziende, ma anche i lavoratori, preferiscono i benefit anziché gli aumenti di stipendio. Il mondo del lavoro è cambiato e anche le esigenze dei dipendenti. Quando si parla di welfare aziendale, i lavoratori in questo caso sono dipendenti.

Il welfare aziendale

La formula magica è proprio “welfare aziendale” che sta rivoluzionando, da Nord a Sud, gli uffici del personale delle aziende. Si parla di strumenti non inediti, come previdenza e sanità complementari, assicurazioni, assistenza ai familiari non autosufficienti, fino ad arrivare alle formule più moderne come il rimborso della retta per l’asilo del figlio o l’abbonamento in palestra. Tra le formule di benefit più apprezzata c’è anche quella che prevede di andare in vacanza, a spese del proprio capo.

I vantaggi fiscali

Le leggi di Stabilità dell’ultimi triennio hanno aperto la strada prevedendo congrui incentivi fiscali per le imprese che mettono in pratica iniziative a sostegno del benessere dei propri dipendenti e delle loro famiglie. E, al di là del vantaggio fiscale, il dipendente con questi strumenti di welfare non solo aumenta la sua produttività, ma lavora anche più felice. Il che, al di là dei conti, non è mica poco.

Essere pagati in natura

Non stiamo tornando all’epoca del baratto e non c’è neanche niente di sconveniente nell’espressione. Ma il welfare è rimanda a questo concetto. Le imprese attive con un’iniziativa in almeno quattro aree (salute e previdenza, conciliazione vita-lavoro, formazione e mobilità, cultura e tempo libero) sono ormai il 40 per cento del totale, come riposta l’ultimo Rapporto Welfare Index Pmi.

L’azienda capisce i tuoi bisogni

Ben 4 aziende su 10 hanno come obiettivo quello di migliorare “la soddisfazione dei lavoratori e il clima sul posto di lavoro”, ancora prima di pensare alla produttività. Il primo rapporto Censis-Eudaimon dedicato al fenomeno ha calcolato un valore potenziale di 21 miliardi di euro se venisse esteso a tutti i lavoratori del settore privato. 

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.