-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 2 maggio 2018

Fca mette il turbo dopo le vendite Usa. Un buy da non perdere


A Piazza Affari riprende quota Fca che dopo essere stato penalizzato dalle vendite nelle ultime due sessioni, riesce a ritrovare la via dei guadagni. Il titolo, dopo aver chiuso la seduta di lunedì scorso con un calo di oltre due punti percentuali, quest'oggi ha avviato gli scambi in calo, salvo poi risalire la china e spingersi in positivo.
Negli ultimi minuti Fca viene scambiato a poca distanza dai massimi intraday a 19,08 euro, con un progresso del 2,75% e oltre 5 milioni di azioni transitate sul mercato, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 12 milioni di pezzi.

Fca riprende quota: bene le vendite in Usa ad aprile

Come anticipato prima Fca nelle ultime sedute è stato penalizzato dalle prese di profitto dopo la diffusione dei conti del primo trimestre dell'anno.

Il titolo resta sotto i riflettori in attesa dei numeri relativi alle immatricolazioni di auto in Italia, con riferimento al mese di aprile, in arrivo a mercati chiusi.
Ieri intanto sono stati resi noti i dati relativi alle vendite negli Stati Uniti, dove a fronte di un mercato in calo del 5%, il gruppo guidato da Marchionne ha riportato una crescita del 5%, grazie soprattuto al record del brand Jeep.

Le vendite retail sono calate solo dell'1%, malgrado aprile abbia avuto due giorni di vendite in meno e un week-end in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Le immatricolazioni delle flotte hanno rappresentato il 22% di quelle totali.
Guardando ai singoli brand, Jeep ha registrato vendite in crescita del 20%, mentre Fiat è crollato del 45%, diversamente da Alfa Romeo che ha segnato un incremento del 173%.

In flessione del 9% le immatricolazioni di Ram, malgrado il record del segmento retail registrato nel mese di aprile.

Il commento di Equita SIM

Commentando i dati sulle vendite negli Stati Uniti, gli analisti di Equita SIM fanno notare che Fca ha sovraperformato il mercato grazie all'apporto di Jeep che ha beneficiato del nuovo Compass, di Wrangler e di Cherokee.

Secondo la SIM milanese il dato del mese scorso è positivo considerando i due giorni lavorativi in meno segnalati da FCA, anche se il mix appare meno favorevole rispetto ai mesi scorsi. Le flotte sono cresciute del 19% su base annua a 40mila unità, mentre a marzo erano già salite del 23%, rappresentando il 22% dei volumi, rispetto al 26% di febbraio e al 25% di marzo.
Per gli analisti il dato di aprile è coerente con la loro stima di consegne nell'intero 2018 nell'area NAFTA, recentemente alzata intorno al 5%, tenendo conto del contributo del nuovo RAM 1500, finora non ancora lanciato per problemi tecnici.
Non cambia in ogni caso la strategia di Equita SIM per Fca, con la conferma del rating "hold" e un prezzo obiettivo a 21,8 euro.

La view di Bca IMI

Anche Banca IMI riconduce il buon andamento delle immatricolazioni in Usa ad aprile al brand Jeep, segnalando però che anche Ram, malgrado il calo del 9%, ha contribuito positivamente ai volumi a livello retail con un rialzo del 3%.


Gli analisti credono che il costante miglioramento dei marchi a maggior valore aggiunto di Fca dovrebbe sostenere l'aumento dei margini del gruppo nell'area Nafta per il resto dell'anno. 
Confermata la view bullish su Fca che per Banca IMI è da acquistare con un target price a 24,5 euro.

Bullish la strategia di Mediobanca

A puntare sul titolo è anche Mediobanca Securities che ha un rating "outperform", con un fair value a 22 euro.
Gli analisti si aspettano che il trend positivo di Jeep e Alga sia un driver per i margini dl gruppo nell'area Nafta quest'anno
Mediobanca guarda con interesse anche al nuovo piano industriale che sarà presentato l'1 giugno e che a suo dire sarà un catalizzatore, visto che dovrebbe fornire maggiori dettagli sullo spin-off di Magneti Marelli e annunciare la cassa neta in termini di leva finanziaria.

Anche Kepler Cheuvreux invita a puntare su Fca 

Infine, indicazioni positive per Fca sono arrivate sul finire della scorsa settimana anche da Kepler Cheuvreux che suggerisce di acquistare il titolo, con un prezzo obiettivo alzato da 22 a 24 euro.

Quest'ultima revisione riflette un aggiustamento delle stime dopo i conti del primo trimestre che hanno evidenziato una sorpresa positiva in termini di cassa, rappresentando a detta degli analisti una forte partenza d'anno per il gruppo. 
  
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.