-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 17 maggio 2018

Contratto di Governo: effetti sulle utilities. I titoli in e out


La politica continua a dominare la scena a Piazza Affar,i dove si guarda con sempre maggiore attenzione alle indicazioni che arrivano relativamente alla formazione del nuovo Governo. Secondo le ultime notizie tra Lega e Movimento 5 Stelle non è stata ancora raggiunta un'intesa sul nome del premier, mentre sarebbe stato chiuso l'accordo sul programma.

Piazza Affari: alcuni titoli più esposti all'incertezza politica

A Piazza Affari ci sono diversi titoli che più di altri risentono dell'incertezza politica, basti pensare a Mediaset e a Telecom Italia, senza dimenticare Banca Monte Paschi che oggi sta registrando un crollo a due cifre, sulla scia delle indicazioni contenute nella bozza di Governo, da cui si apprende che lo Stato azionista deve provvedere alla ridefinizione della mission e degli obiettivi dell'istituto senese in un'ottica di servizio.

Focus sulle utilities: le indicazioni dal contratto di Governo

C'è poi un settore al quale si guarda con interesse in questa fase di mercato ed è quello delle utilities, visto che il contratto di Governo fornisce alcune indicazioni per il comparto.


Questa mattina gli analisti di Equita SIM hanno diffuso un report nel quale hanno fatto il punto della situazione su come le misure contemplate da Lega e Movimento 5 Stelle potranno impattare sulle utilities.
La SIM milanese parla di interventi positivi per il settore delle rinnovabili, mentre sarebbero neutri per il waste, ossia lo smaltimento dei rifiuti, con alcuni elementi che creano incertezza sul water services.

Settore dell'acqua

Partendo proprio dal settore dell'acqua, gli analisti segnalano che nel contratto di Governo viene ribadito il concetto di acqua pubblica e citato il riferimento al referendum del 2011, che prevedeva l’abolizione del principio di "adeguata remunerazione del capitale".
Sono previsti tuttavia notevoli investimenti per il miglioramento della rete idrica, mentre non si cita il trasferimento delle competenze dell’Autorità dell’Energia al Governo, come temuto nelle scorse settimane.
Per gli analisti si tratta di indicazioni che lasciano aperte differenti opzioni di applicazione e a loro dire in questa fase risulta difficile interpretare le reali intenzioni del Governo, segnalando che in ogni caso che c'è un aspetto negativo per l’incertezza che ne consegue.

Smaltimento dei rifiuti

Per quanto concerne lo smaltimento dei rifiuti, viene promosso il principio dell’economia circolare, con investimenti nel recupero e riciclo, riduzione del rifiuto prodotto e incentivazine all’uso del prodotto riciclato.


Nel contratto di Governo è ipotizzata una fiscalità premiante per favorire l’economia circolare, mentre sul tema dei Waste to Energy è prevista una drastica riduzione della quota di rifiuti smaltiti in discarica e Wte, fino ad arrivare al graduale superamento con metodi più avanzati e alternativi.
Sul tema quindi la view di Equita SIM è bilanciata, perchè è negativa la riduzione dell’uso wte e delle discariche, ma con concetto di gradualità e realizzabile tramite maggiori investimenti in nuovi impianti e in economia circolare, e secondo gli esperti questi due temi si compensano nel medio termine.

Rinnovabili: il settore più favorito

Quello delle rinnovabili è sicuramente il settore più favorito, dal momento che è previsto un forte sostegno alle fonti rinnovabili, al risparmio e all’efficienza energetica, al contrasto al cambiamento climatico.
Alla luce di queste indicazioni, gli analisti di Equita SIM fanno notare che sono favorite le società delle rinnovabili come ERG, Falck Renewables, Alerion e Iniziative Brescia.
Possibile incertezza invece sulle municipalizzate nel settore water, come Iren, Hera, A2A e Acea, mentre non c'è nessuna indicazioni sull'energia e quindi nulla che riguardi da vicino Enel.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.