-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 15 maggio 2018

Chiesto altro tempo per il governo, ma l'accordo appare lontano


A differenza degli entusiasmi ripartiti venerdì scorso con la prima proroga chiesta da Lega e M5S per riuscire a creare un esecutivo, adesso la situazione torna ad essere lontana.

La situazione

Ancora tempo è la richiesta da parte dei due rappresentanti delle forze che hanno vinto le elezioni del 4 marzo, ben oltre 2 mesi fa, e dalle quali non sembra essere emerso nulla di concreto.
Non solo, ma oltre ai tempi che tendono ad allungarsi che anche le modalità si complichino: oltre al possibile (difficile) accordo che non arriva Luigi Di Maio, leader del Movimento, ha anche ricordato che questo dovrà essere messo al voto online degli iscritti. Gli fa eco anche la Lega che da parte sua, propone un referendum nei gazebo, in piazza, per domenica prossima.

Intanto il leader del Carroccio conferma le distanze su programmi e nomi, oltre a richieste specifiche fatte ai pentastellati come quelle di occuparsi direttamente del problema migrazione. Ieri i colloqui con Mattarella non sono andati oltre la mezz'ora, tanto è servito a tutti i convocati per capire che la situazione minacciava e minaccia tutt'ora l'ennesimo stallo dal quale non compare una via d'uscita.
Risultato: il presidente della Republica, Sergio Mattarella, ha deciso di concedere altro tempo nella speranza che si possa arrivare per lo meno ad un punto di contatto dal quale far ripartire le trattative. Al centro anche i vincoli europei, ritenuti troppo stretti sia da Salvini de Di Maio.

La questione Forza Italia

Le difficoltà, fanno sapere dai due fronti, coinvolgono anche il nome del futuro Premier: scartata definitivamente l'ipotesi di investire della carica uno dei due leader, si cerca un terzo nome gradito ad entrambi, impresa che si sta rivelando ben più difficile del previsto.

E ancora, ricorda lo stesso Di Maio, i tempi si allungano per permettere la nascita di un esecutivo stabile e fattivo per i prossimi 5 anni, un progetto che giustificherebbe i tempi supplementari chiesti nuovamente al presidente della repubblica. L'alternativa ad uuna mancata intesa? Nuove elezioni.
La conferma arriva proprio da Salvini che parla come rappresentante del centrodestra, ricompattatosi dopo l'assoluzione da parte dell'ex premier Silvio Berlusconi, assoluzione che però non ha fatto cambiare idea al leader di Forza Italia il quale non intende dare alcun appoggio, nemmeno esterno, ai grillini.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.