-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 22 maggio 2018

Azioni: c'è chi ha fatto il 423% in 3 anni


Nonostante la rivoluzione salutista, o forse proprio grazie a quella, negli ultimi anni si è vista un'ascesa dei birrifici artigianali affiancata da una parallela crescita, sebbene più tranquilla, delle distillerie artigianali.

Il nuovo trend

Invece di produrre birre, questi impianti a struttura spesso regionale producono alcolici come gin, rum e whisky.
Il mix di prodotti non è l'unica differenza. Le distillerie hanno anche un po 'più di ostacoli logistici da affrontare rispetto ai birrifici. Sono necessarie apparecchiature più complesse inoltre gli investimenti iniziali devono tener conto del necessario tempo di invecchiamento delle bevande, invecchiamento che spesso blocca le bottiglie nei magazzini per anni, il che richiede, inoltre, anche un ingombro elevato senza alcun pagamento immediato.
È qui che entra in gioco MGP Ingredients ( NASDAQ: MGPI ) .

La società è diventata un distillatore a noleggio per marchi di fascia alta. L'azienda gestisce la fascia riguardante la produzione, distillazione e invecchiamento del prodotto per conto terzi.
I clienti possono così concentrarsi sulla distribuzione e promozione. Un'idea che ha permesso l'ottimizzazione dell'intero processo e, ovviamente, il ritorno anche sul fronte finanziario.
Risultato: 423% di crescita negli ultimi tre anni e di oltre il 1.000% nell'ultimo decennio. Un caso esemplare come dimostra un'analisi di Maxx Chatsko che considera diversi fattori.
Come si legge nella sua nota, infatti, MGP Ingredients ha registrato una performance piuttosto deludente nel primo trimestre del 2018 rispetto allo stesso periodo del 2017.

I ricavi dell'azienda sono cresciuti di appena lo 0,9% su base annua, mentre l'utile netto non è andato oltre il 2,9%.

Il caso di MGP Ingredients 


Cifre che hanno deluso le attese ma che non hanno spinto MGP Ingredients a cambiare le sue prospettive: la società ha infatti confermato una crescita del reddito operativo dal 10% al 15% rispetto allo scorso anno.
Guardando alla composizione degli introiti, l'azienda può contare su un'attività particolarmente diversificata, infatti solo la metà delle entrate totali proviene da alcol di bevande premium, il resto proviene da altri componenti per la distillazione e servizi di magazzino. Nello specifico Chatsko sottolinea che gli ingredienti rimarranno una fonte fondamentale per la creazione di valore: amidi speciali e proteine derivanti dalla produzione di alcol derivano sempre dalla fermentazione di frutta mentre a cambiare sarà la capacità produttiva (e quindi delle vendite) dall'alcool industriale all'alcool premium, in particolare alla voce del whisky invecchiato.
Questa mossa dovrebbe permettere ai profitti di essere più prevedibili in futuro, come evidenziato dalle linee guida preliminari del management per la crescita (dal 15 al 20%) del reddito operativo per il 2019.

Ed è sempre Chatsko a sottolineare che sarà necessaria un'accelerazione dei tassi di crescita degli utili sulle azioni per raggiungere i target prefissati. Da parte loro, le azioni hanno visto una crescita ancora più consistente: poco più di cinque anni fa erano scambiate a 0,25 volte il fatturato e 0,6 volte il valore contabile mentre oggi, il titolo MGP Ingredients è scambiato a 4,2 volte il fatturato e 8,6 volte il valore contabile con un market cap di quasi $ 1,5 miliardi.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.