-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 30 maggio 2018

20 Criptovalute da Buy (Prima parte)

Sebbene resti forte la volatilità, il sentimento rialzista sul settore resta altrettanto forte. Per questo motivo Josh Enomoto, nell'universo delle 1600 criptovalute, ne ha individuate 20 degne di un Buy.
Ecco le prime 5
.

Bitcoin (BTC)

Un token non veloce, difficile da estrarre e potenzialmente iperinflazionato (ovviamente non nel senso finanziario del termine). A questo si aggiunga anche il fatto che in tutto si possono estrarre solo 21 milioni di esemplari e il 17milionesimo è già stato minato alla fine di aprile.

Perchè allora è al primo posto della classifica?
Per un motivo molto semplice: è sinonimo di cripto-trading e rappresenta l'industria blockchain più ampia offrendo allo stesso tempo sicurezza, stabilità e familiarità verso l'opinione pubblica.

Ethereum (ETH)

Al secondo posto nella capitalizzazione di mercato, Ethereum è riuscito a superare la crisi di fine 2017 che ha coinvolto il bitcoin: il suo fratello minore è infatti arrivato indenne o quasi all'apertura del nuovo anno rimandando le correzioni più importanti a fine marzo.

Fondamentalmente, Ethereum si basa su una tecnologia blockchain molto più avanzata rispetto al bitcoin o, se si preferisce, è una forma di bitcoin senza i difetti del bitcoin. Di conseguenza incontra l'approvazione anche di grandi marchi in diversi settori come Toyota Motor Corp (ADR) (NYSE: TM ) e Merck & Co., Inc .
(NYSE: MRK ) che furono i primi ad adottare la piattaforma ethereum. Qualora dovesse arrivare ad un crollo che lo porterebbe ai minimi annuali pari a 370 dollari, considerando la struttura di base, questa sarebbe da considerare solo un'ottima finestra d'ingresso.

Ripple (XRP)

Recentemente Ashton Kutcher, investitore esperto di tecnologia, ha donato 4 milioni di dollari per la salvaguardia degli animali.

Cosa c'è di strano? La donazione era in Ripple. La caratteristica principale di Ripple, noto comunemente come "la criptovaluta delle banche" è qella di essere focalizzata verso il sistema di credito e quindi di collaborare con lui per il miglioramento del sistema finanziario attraverso la tecnologia blockchain.
Un controsenso dal momento che la filosofia delle cripto punta essenzialmente a combattere la centralità del nodo bancario. Ma a parte questioni ideologiche, resta il fatto che la collaborazione annovera nomi come American Express Company (NYSE: AXP ) e Banco Santander, SA (ADR) (NYSE: SAN), i primi di una (probabilmente) lunga serie.

Bitcoin Cash (BTC)

I puristi del bitcoin storceranno il naso.

Quando il bitcoin divenne più popolare, divenne chiaro che la sua sottostante rete blockchain non poteva gestire gli immensi numeri e i pesantissimi carichi delle transazione da qui la necessità di scegliere: continuare sulla stessa strada adattandosi in qualche modo oppure rivoluzionare il tutto creando di fatto un'altra cripto.
Vinse questa ipotesi. E nacque il Bitcoin Cash, più veloce rispetto al suo progenitore con una forza che lo ha portato ad essere la quarta più preziosa criptovaluta per capitalizzazione di mercato.

Litecoin (LTC) 

Prima che fosse creato il termine "altcoin" o criptovaluta alternativa, i primi investitori di blockchain avevano solo un'altra scelta: litecoin.

Nato come alternativa veloce al bitcoin, aveva anche la caratteristica di essere particolarmente economica, oggi è arrivata a quotare circa $ 120. Meritati? Secondo Enomoto sì. A suo favore ci sarebbe la forte redditività a sua volta frutto dell'integrazione nel circuito mainstream.
In secondo luogo, litecoin opera in modo significativamente più rapido rispetto al bitcoin ed è quindi utile per gli acquisti di tutti i giorni. Infine, litecoin è tra le più famose nel settore delle altcoin.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.