-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 5 aprile 2018

Wall Street punta a nuovi rialzi malgrado dati deludenti


Anche la seduta odierna dovrebbe partire nel segno degli acquisti per la piazza azionaria americana che si prepara a dare un seguito al buon rialzo della vigilia. I futures sui principali indici viaggiano tutti in salita e vedono il contratto sull'S&P500 in crescita dello 0,61%, preceduto da quello sul Nasdaq100 che si apprezza dello 0,86%.
Il mercato mantiene una buona intonazione anche dopo la diffusione dei due dati macro previsti per oggi che però hanno deluso le attese.

Nell'ultima settimana le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono state pari a 242mila unità, in rialzo di 24mila unità rispetto alla lettura precedente ritoccata verso l'alto da 215mila a 218mila unità. L'indicazione odierna ha deluso le previsioni degli analisti che si erano preparati ad un rialzo meno marcato a 225mila unità.
Peggio del previsto anche l'aggiornamento relativo alla bilancia commerciale che a febbraio ha mostrato un deficit di 57,59 miliardi di dollari, in aumento rispetto alla lettura precedente rivista verso l'alto da 56,6 a 56,665 miliardi di dollari.

Il dato è stato peggiore delle stime del mercato che si aspettava un rosso pari a 56,8 miliardi di dollari.
Da segnalare per oggi un discorso di Raphael Bostic, presidente della Fed di Atlanta. 
Intanto gli investitori mostrano un animo più disteso dopo che il consigliere economico del presidente Trump ha fatto sapere che l'amministrazione Usa sta negoziando con la Cina e non è impegnata in una guerra commerciale.

Ne approfitta il dollaro che si rafforza contro lo yen riportandosi a ridosso di area 107, ma il biglietto verde guadagna terreno anche rispetto all'euro che scende a quota 1,225.
Debole il petrolio che si muove poco sotto i valori del close di ieri in area 63,25 dollari al barile, mentre indietreggia con più decisione l'oro che scende al di sotto dei 1.326 dollari l'oncia.
Tra i vari titoli segnaliamo Monsanto che ha chiuso il secondo trimestre dell'esercizio fiscale in corso con un utile attribuibile ai soci in rialzo del 6,6% a 1,459 miliardi di dollari.

Il risultato per azione è stato pari a 3,27 dollari, ma al netto delle voci straordinarie il dato scende a 3,22 dollari, al di sotto dei 3,31 messi in conto dal mercato.
I ricavi sono scesi leggermente da 5,07 a 5,02 miliardi di dollari, deludendo anche in questo caso le attese degli analisti che puntavano ad un dato pari a 5,34 miliardi di dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.