-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 30 aprile 2018

Tenaris vola al top da un anno: per i broker è buy dopo i conti


Una seduta decisamente scoppiettante quella odierna per Tenaris che, dopo aver chiuso la giornata di venerdì scorso con un calo di poco inferiore ad un punto percentuale, quest'oggi da subito ha imboccato la via dei guadagni. In seguito il titolo ha accelerato progressivamente al rialzo, conquistando la prima posizione nel paniere del Ftse Mib, con una evidente sovraperformance rispetto all'indice di riferimento.
Negli ultimi minuti Tenaris passa di mano a 15,87 euro, con un rally del 4,34%, alimentano da volumi di scambio vivaci, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 2,8 milioni di azioni, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 3,6 milioni di pezzi.

I risultati del primo trimestre

Tenaris fa il pieno di acquisti e si spinge sui massimi da un anno, visto che i valori correnti non venivano più raggiunti da metà aprile del 2017, sulla scia dei conti del primo trimestre diffusi giovedì scorso dopo la chiusura di Wall Street.


Il gruppo ha archiviato i primi tre mesi dell'anno con un utile netto pari a 235,23 milioni di dollari, in rialzo del 15% rispetto allo stesso periodo del 2017, ma è stato ancora più poderoso il balzo dei ricavi che sono aumentati del 62% a 1,866 miliardi di dollari, al di sopra degli 1,72 miliardi previsti dal consensus.
Il risultato operativo è volato da 36,01 a 212,2 milioni di dollari, contro i 192 messi in conto dal mercato, mentre l'Ebitda è cresciuto del 79% a 354 milioni di dollari, con un rapporto tra ebitda e vendite pari al 19%.


Alla fine del primo trimestre la posizione finanziaria netta è positiva per 557 milioni di dollari, in peggioramento rispetto ai 680,2 milioni della fine del 2017.

L'outlook per il trimestre in corso 

Quanto all'outlook per il trimestre in corso, Tenaris si aspetta meno ordini rispetto ai primi tre mesi dell'anno, ma le vendite e i margini dovrebbero beneficiare di un rialzo dei prezzi che dovrebbe compensare l'aumento di costo delle materie prime.
Il margine operativo lordo e l'utile operativo dovrebbero continuare a crescere durante il resto del 2018, mentre con riferimento ai dazi voluti dall'amministrazione Trump, la società ha fatto sapere che non è stato ancora definito l'impatto degli stessi.

Tenaris però si aspetta di essere ben posizionate per incrementare la produzione nei propri stabilimenti Usa. 

A Bca IMI piace la trimestrale, cauto Kepler Cheuvreux

Ad accogliere positivamente i conti trimestrali di Tenaris è stata Banca IMI che ha definito l'outlook fornito per il trimestre in corso in linea con le indicazioni date in precedenza dalla società.
Gli analisti di Banca IMI hanno deciso di mettere in revisione il rating e il prezzo obiettivo di Tenaris.
Cauta la view di Kepler Cheuvreux che consiglia di mantenere il titolo in portafoglio, con un target price a 13 euro, già ampiamente superato dalle valutazioni correnti. 
Il broker parla di una trimestrale mista, segnalando i ricavi superiori alle attese, a fronte però di un margine Ebitda inferiore alle stime.

Mediobanca alza stime e target price

A puntare con convinzione su Tenaris è invece Mediobanca Securities che oggi ha ribadito la raccomandazione "outperform", con un fair value alzato da 17,5 a 18,5 euro.

Sulla scia della forte trimestrale consegnata dal gruppo, accompagnata da un outlook rassicurante, gli analisti hanno deciso di alzare del 6% le stime di Ebitda per quest'anno, confermando invece quelle per il 2019 ad un livello del 30% più alto rispetto a quello del consensus. Mediobanca ha messo mano anche alle aspettative sull'utile netto, migliorate per quest'anno del 35%.

Indicazioni bullish anche da Equita SIM 

Indicazioni bullish anche da Equita SIM che ha parlato di un primo trimestre migliore delle attese per Tenaris, sulla scia del quale gli analisti hanno deciso di alzare le stime sui volumi del 5% per quest'anno, migliorando i prezzi medi del 2%.


Le stime sull'Ebitda sono state aumentate in media del 6% per il triennio 2028-2020, mentre quelle riferite all'utile per azione del 23%.
Per quest'anno la SIM milanese vede ora un fatturato in rialzo del 43%, con volumi in crescita del 24% e prezzi media in salita del 7,5%. 
Confermata la view positiva su Tenaris che per Equita SIM resta da acquistare, con un prezzo obiettivo alzato oggi del 4% da 15,7 a 16,3 euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.