-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 10 aprile 2018

Telecom corre: Elliott sempre più forte. Buy ribadito dai broker


A Piazza Affari si mantiene alto l'interesse su Telecom Italia che, dopo il forte rialzo messo a segno la scorsa settimana, ieri ha terminato gli scambi fermandosi appena sopra la parità. Quest'oggi però il titolo è tornato al centro dello shopping, tanto da sovraperformare in maniera evidente l'indice Ftse Mib e occupare il primo posto nel paniere delle blue chips.

Telecom al top da agosto scorso con scambi frenetici

Mentre scriviamo Telecom Italia viene scambiato a 0,8794 euro, con un rialzo del 2,95% e volumi di scambio molto sostenuti, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 185 milioni di azioni, già ben al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi.


La frenetica attività dimostra il grande interesse degli operatori per il titolo che oggi ha superato i massimi segnati a marzo, spingendosi su valori che non si vedevano più da inizio agosto dello scorso anno.

Il Cda preannuncia azione legale contro decisione dei sindaci

Telecom Italia catalizza gli acquisti all'indomani della riunione del Cda che a maggioranza e con il voto contrario dei 5 membri indipendenti di nomina Assogestioni, ha ritenuto illegittima la decisione dei sindaci di integrare l’ordine del giorno dell’assemblea del 24 aprile, preannunciando un’azione legale contro di essa.
Si apre di conseguenza una battaglia legale per i punti in votazione nell’assemblea, ma nella sostanza ieri si sono espresse in modo molto netto anche altre due società di proxy advisor, ISS e Frontis, raccomandando di votare a favore delle proposte di Elliott nella riunione assembleare del 24 aprile, con argomentazioni molto nette in merito al conflitto di interessi espresso da Vivendi in numerose passate occasioni.

Elliott sale all'8,8% di TIM e presenta il suo business plan

Sempre ieri Assogestioni ha deciso di non presentare una propria lista di minoranza per l’assemblea del 4 maggio, una decisione favorevole per il fondo Elliott che nella giornata di ieri ha fatto sapere di essere salito all'8,8% del capitale ordinario di Telecom Italia.
Nella giornata di ieri Elliott ha pubblicato una presentazione sul sito www.transformingTIM.com, in cui ha dettagliato la propria strategia per creare valore nel gruppo telefonico.


Il business plan del fondo attivista è incentrato sui punti già anticipati al mercato, ossia pieno supporto al management, nessuna ambizione di controllo su Telecom Italia, miglioramento della governance con la nomina di un CdA interamente indipendente e conversione delle azioni di risparmio in ordinarie.
A ciò si aggiunga l'emersione di valore tramite cessione di una quota della rete,  tra il 75% e il 25%, e di Sparkle, tra il 25% e il 100%, con un ritorno al dividendo grazie a deleverage: cash-in dalle cessioni e possibile deconsolidamento del debito della rete.

Secondo il fondo Elliott queste iniziative farebbero emergere valore fino a 1,6 euro per ciascuna azione Telecom Italia.

La view di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM segnalano che rispetto alla loro somma delle parti di 1,15 euro, ai prezzi di mercato di Inwit e TIM Brazil, Elliott ipotizza un valore leggermente superiore per la NetCo+Sparkle e per la OpCo Domestica.
Confermata la view positiva su Telecom Italia che per la SIM milanese è da acquistare, con un prezzo obiettivo a 1,02 euro.

Bca IMI e Mediobanca apprezzano la strategia di Elliott

La stessa indicazione arriva dai colleghi di Banca IMI che fissano un target price leggermente più alto a 1,05 euro.

Dopo ieri Elliott ha fatto sapere di essere salito all'8,8% del capitale dell'ex monopolista italiano, gli analisti fanno notare che il fondo tra azioni e opzioni detiene una quota che, unitamente al sostegno del 5% di Cassa Depositi e Prestiti e quello di Assogestioni, può consentire di tenere bene testa a Vivendi in occasione dell'assemblea del 24 aprile.
Con riferimento invece alla presentazione su Telecom Italia diffusa ieri da Vivendi, Banca IMI accoglie con favore la volontà di procedere alla conversione delle azioni di risparmio in ordinarie.


Gli analisti condividono inoltre l'indicazione del fondo secondo cui lo spin.off della rete può sbloccare un elevato valore, specie in caso di una combinazione con Open Fiber.
Una lettura che trova d'accordo anche gli analisti di Mediobanca Securities che da tempo evidenziano i benefici attesi dala separazione della rete.
Gli esperti segnalano al contempo che la conversione delle risparmio e il ritorno al dividendo sono due mosse gradite al mercato. 
In attesa di novità Mediobanca Securities mantiene una strategia bullish su Telecom Italia, con un rating "outperform" e un fair value a 1,3 euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.