-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 9 aprile 2018

Quanto costano le polizze salute e gli errori da non fare

(Getty)
Una famiglia di tre persone spende circa 2mila e 500 euro all’anno per pagare una polizza salute. La popolazione in Occidente invecchia sempre di più: le spese mediche non potranno che aumentare, sia Oltreoceano (nel 2016 erano già il 18% del Pil) sia in Europa. In Italia, secondo le ultime rilevazioni, un cittadino su due si vede costretto ad affrontare spese mediche di tasca propria, per un giro d’affari stimato attorno ai 40 miliardi di euro.

Il nostro sistema sanitario resta tra i migliori al mondo

Aumentano gli italiani che decidono di stipulare una polizza assicurativamedica, nonostante il nostro sistema sanitario pubblico resti uno dei migliori al mondo per qualità delle strutture e preparazione del personale medico. Una soluzione da valutare per accedere ai migliori specialisti in caso di bisogno senza dover mettere mano al portafoglio, è quella di sottoscrivere una polizza salute.

Leggere con attenzione le clausole

Le proposte sul mercato non mancano e i contratti dettagliati nella condizioni, quindi occorre leggere con attenzione le clausole. Dal punto di vista della spesa, molto dipende dall’età del contraente e dal massimale, ma per un uomo o una donna quarantenni il costo base annuale può oscillare in media da 900 a 1.500 euro.

Il pacchetto si estende anche ai familiari

Tutti i principali gruppi assicurativi permettono di estendere il pacchetto ai rispettivi familiari: la copertura per una coppia con un figlio minorenne può costare attorno ai 2mila e 500 euro ogni anno. Attenzione, però, in fase di contratto a precisare tutte le malattie pregresse, comprese quelle sospette per cui si sono sostenuti esami con esito negativo.

Gli errori da evitare

La copertura della polizza scatta alle 24.00 del giorno stesso in cui si è versato il premio ma solo per quanto riguarda gli infortuni, mentre si attiva dopo 30 giorni per le malattie. Il periodo diventa di 180 giorni per le malattie note e pregresse accertate dalla compagnia e per quelle non note all’assicurato. Infine per il parto il periodo di carenza è di 300 giorni.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.