-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 4 aprile 2018

Piazza Affari non ha molta voglia di scendere: rialzo in vista?


Nuova chiusura in calo per le Borse europee che dopo il ribasso di ieri hanno continuato a perdere terreno, chiudendo però gli scambi ben lontane dai minimi intraday. Il Ftse100 è stato capace di strappare un piccolo segno più con un frazionale rialzo dello 0,05%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono scesi rispettivamente dello 0,2% e dello 0,37%.

Il Ftse Mib rimbalza dal supporto: e ora?

In rosso anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 22.442 punti, in ribasso dello 0,3%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.538 e un minimo a 22.205 punti.
L'indice si è mosso sostanzialmente nello stesso intervallo di prezzi esplorato nella sessione di ieri e il recupero dai minimi sembra dimostrare una certa volontà del mercato di opporsi alle vendite.
L'area dei 22.200 ha svolto ancora una volta la sua funzione di supporto, favorendo una rimonta delle quotazioni verso area 22.500.

Con il superamento di questo livello saranno probabili spunti rialzisti che troveranno un ostacolo in area 22.800/22.900.
L'abbattimento di questo ostacolo aprirà le porte ad ulteriori sviluppi positivi che oltre i 23.000 punti vedranno il Ftse Mib puntare prima ai 23.500 punti e in seguito all'importante resistenza dei 24.000 punti, corrispondente ai recenti massimi, il raggiungimento dei quali appare poco probabile nell'immediato, vista anche la distanza dai livelli correnti.


La mancata riconquista di area 22.500 potrebbe favorire nuove incursioni ribassiste che troveranno un primo sostegno sui 22.200 punti e un supporto successivo in area 22.000/21.900.
In caso di flessioni oltre tale soglia l'indice proseguirà la sua discesa verso i 21.700 punti, ultimo baluardo da difendere per evitare un ritorno sui minimi segnati a inizio marzo in area 21.500/21.450.

In linea con quanto già indicato ieri e alla luce del recupero odierno dai minimi intraday, continuiamo a ritenere possibili un tentativo rialzista da parte del Ftse Mib oltre i livelli di resistenza segnalati prima.

I market movers in America

Sul fronte macro Usa domani si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 215mila a 223mila unità, mentre la bilancia commerciale di febbraio dovrebbe mostrare un deficit di 56,3 miliardi di dollari rispetto ai 56,6 miliardi di gennio.


Da segnalare un discorso di Raphael Bostic, presidente della Fed di Atlanta.
Sul versante societario prima dell'avvio degli scambi a Wall Street saranno resi noti i risultati del secondo trimestre dell'esercizio in corso di Monsanto, dai quali ci si attende un utile per azione pari a 3,31 dollari. 

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si conoscerà il dato finale dell'indice PMI composito che a marzo dovrebbe attestarsi a 55,3 punti, in linrea con la lettura preliminare e in calo rispetto ai 57,1 punti del mese precedente.

Per l'indice PMI servizi di marzo si stima una conferma dell'indicazione preliminare a 55 punti, in confronto ai 56,2 punti di febbraio.
Da segnalare in Europa anche l'indice dei prezzi alla produzione che a febbraio dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,1% dopo lo 0,4% di gennaio, mentre le vendite al dettaglio al febbraio sono viste in salita dello 0,6%, in recupero rispetto al calo dello 0,1% del mese precedente.
In Francia si conoscerà il dato finale dell'indice PMI servizi che a marzo dovrebbe confermare l'indicazione preliminare a 56,8 punti rispetto ai 57,4 di febbraio, e lo stesso dato in Germania è atteso a 54,2 punti, in calo in confronto ai 55,3 punti del mese precedente.

Sempre in terra tedesca si conosceranno gli ordini all'industria che a febbraio dovrebbero salire del 2% dopo il calo del 3,9% di gennaio.
Da seguire in Francia l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2028, 2034, 2039 e 2048 per un importo compreso tra 7,5 e 8,5 miliardi di euro, mentre in Spagna saranno collocati titoli con scadenza nel 2021, 2028 e 2048, per un ammontare tra 4 e 5 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari 

A Piazza Affari si segnalano i risultati dell'esercizio 2017 di Sintesi e in agenda troviamo un'assemblea di Banca Farmafactoring per l'approvazione del bilancio, il via libera al piano di buy-back e la nomina del Cda. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.