-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 16 aprile 2018

Piazza Affari: c'è ancora margine di azione per gli acquirenti?


Anche l'ultima seduta della scorsa settimana è stata archiviata con il segno più dalle Borse europee che si sono fermate poco sopra la parità, con variazioni percentuali molto contenute. Il Ftse100 e il Cac40 sono saliti rispettivamente dello 0,09% e dello 0,11%, preceduti dal Dax30 che ha messo a segno un progresso dello 0,22%.

Archiviata un'altra settimana positiva a Piazza Affari 

In luce verde anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 23.330 punti, con un vantaggio dello 0,11%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 23.432 e un minimo a 23.278 punti.


Ancora una volta positivo il bilancio settimanale visto che l'indice delle blue chips nelle ultime cinque sedute ha messo a segno un rialzo dell'1,75% rispetto al close del venerdì precedente.
In apertura di settimana il Ftse Mib ha riconquistato la soglia dei 23.000 punti e in seguito è andato a mettere sotto pressione l'area dei 23.200.
Al superamento di questo livello si è avuto un ulteriore spunto positivo, con un tentativo di allungo verso la soglia dei 23.500 punti, l'avvicinamento della quale però ha fatto ritornare le quotazioni in direzione di area 23.300. 

Ftse Mib: le prossime tappe al rialzo 

L'indice delle blue chips conferma il suo buono stato di salute, come dimostrato anche dalla reazione composta alle indicazioni non proprio incoraggianti che arrivano dal fronte geopolitico.


Dal punto di vista tecnico l'impostazione resta rialzista ed è propedeutica ad ulteriori sviluppi positivi nel breve. Il prossimo ostacolo con cui il Ftse Mib dovrà fare i conti è quello di area 23.500, superata la quale avrà campo libero per una prosecuzione del suo cammino rialzista in direzione dei massimi dell'anno in area 24.000.

In caso di raggiungimento di tale livello non sarà da escludere una pausa di consolidamento prima di ulteriori allunghi che andranno valutati in base all'analisi del momento.
Al ribasso il primo supporto da monitorare è in area 23.200, sotto cui la discesa dei corsi potrebbe proseguire verso area 23.000.

In caso di cedimento di questo sostegno il Ftse Mib potrebbe indietreggiare ulteriormente verso 22.800/22.700 prima e in seguito in direzione di area 22.500, in corrispondenza della quale si dovrebbe assistere ad una ripresa degli acquisti.
Vista l'evoluzione delle ultime giornate e alla luce della salita senza strappi che sta realizzando il nostro indice, confidiamo ancora in ulteriori sviluppi rialzisti nel breve.
Da non dimenticare tuttavia che il Ftse Mib si sta progressivamente approssimando a dei livelli tecnici di un certo rilievo che nei mesi scorsi hanno già svolto la loro funzione resistenziale, respingendo i corsi al ribasso. 

I market movers in America e in Europa

Per la prima seduta della prossima settimana sul fronte macro Usa si segnala l'indice New York Empire State Manufacturing che ad aprile dovrebbe calare da 22,5 a 20,1 punti.


Per le vendite al dettaglio di marzo le attese parlano di una variazione positiva dello 0,3%, in recupero rispetto al calo dello 0,1% precedente, e anche al netto della componente automobili si stima un rialzo dello 0,3% contro lo 0,2% di febbraio.
In calendario le scorte delle imprese che a febbraio sono viste in positivo dello 0,5% rispetto allo 0,6% precedente, mentre l'indice Nahb di aprile dovrebbe rimanere invariato a 70 punti.

Da segnalare alle 19,15 ora italiana un discorso di Raphael Bostic, presidente della Fed di Atlanta.
Sul fronte societario prima dell'avvio degli scambi a Wall Street saranno diffusi i risultati del primo trimestre di Bank of America-Merrill Lynch, dai quali ci si attende un utile per azione di 0,59 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai conti di Netflix, con un eps atteso a 0,64 dollari. 
In Europa non sono previsti dati macro di rilievo.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si segnala lo stacco dei dividendo di Coima Res nella misura di 0,18 euro per azione.
Da seguire CHL e Indel B che presenteranno i risultati dell'esercizio 2017 e in agenda troviamo l'assemblea di Moncler per il via libera ai dati di bilancio dello scorso anno, al piano di buy-back e all'aumento di capitale gratuito.
In agenda anche le riunioni assembleari di Risanamento e Piaggio per l'approvazione del bilancio dell'ultimo esercizio e la nomina del Cda, mentre l'assemblea di A.S.

Roma dovrà decidere in merito alla riduzione del capitale per perdite.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.