-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 6 aprile 2018

Piazza Affari al top da due mesi, ma non abbassare la guardia


Dopo due sedute consecutive con il segno meno, le Borse europee quest'oggi si sono riscattate, mettendo a segno un deciso rialzo. La migliore performance è stata quella del Dax30 con un rally del 2,9%, seguito dal Cac40 che ha guadagnato il 2,62%, mentre il Ftse100 ha chiuso gli scambi in salita del 2,35%

In luce verde anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 22.969 punti, in progresso del 2,35%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.976 e un minimo a 22.714 punti.


L'indice ha avviato gli scambi in gap e si è diretto subito verso l'ostacolo dei 22.800/22.900 punti che è riuscito a superare nell'intraday, spingendosi al close su liveli che non venivano più visti da inizio febbraio. 
L'evoluzione delle ultime ore è senza dubbio positivo per Piazza Affari, ma servono ulteriori conferme per poter dire con maggiore sicurezza di poter assistere a nuovi allunghi nel breve.

Un'indicazione in tal senso giungerà sicuramente dalla rottura di area 23.000 punti, preludio ad un test dei 23.150/23.200 punti, superati i quali ci sarà spazio per un apprezzamento fino alla soglia dei 23.500 punti. 
Molto positivo sarà lo sfondamento di questo livello, ultimo ostacolo prima di un possibile ritorno sui recenti massimi in area 24.000, il raggiungimento dei quali però potrebbe non essere così agevole nell'immediato.


La mancata rottura di area 23.000 potrebbe favorire dei ripiegamenti che al di sotto dei 22.800 punti riporteranno il Ftse Mib all'interno del trading range nel quale si è mosso nelle ultime sedute. Sotto i 22.700 punti sarà probabile una chiusura del gap-up lasciato aperto oggi, con primo approdo in area 22.500.

L'eventuale cedimento di questa soglia costringerà a volgere lo sguardo su livelli di prezzo più bassi e ci riferiamo in primis all'area dei 22.200 punti e in seguito alla soglia psicologica di area 22.000. 
Vista la volatilità delle ultime sedute, il rialzo odierno, per quanto positivo e per certi versi convincente, non deve autorizzare ad abbassare il livello di guardia, visto che il rischio di improvvisi rovesci resta dietro l'angolo.



Per domani sul fronte macro Usa si segnala l'importante report relativo al mercato del lavoro. Con riferimento al mese di marzo si prevede un tasso di disoccupazione in calo dal 4,1% al 4%, mentre il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo è visto a 203mila unità, in frenata rispetto alle 313mila della lettura precedente.
La retribuzione media oraria dovrebbe salire dallo 0,15% allo 0,2%.  

In Europa si guarderà alla Germania dove è atteso il dato relativo alla produzione industriale che a febbraio dovrebbe salire dello 0,3% dopo il calo dello 0,1% precedente. 
Da segnalare che a mercati chiusi si conoscerà il verdetto di S&P sul rating della Francia, mentre DBRS si esprimerà sulla valutazione del merito di credito della Spagna.



A Piazza Affari si segnala un'assemblea di Ubi Banca, Alerion Cleanpower e Tesmec, per l'approvazione dei dati di bilancio dell'ultimo esercizio e il via libera al piano di buy-back.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.