-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 11 aprile 2018

Luxottica arretra con downgrade di Equita: non è più da comprare


Brutta giornata quella odierna per Luxottica che perde ancora terreno, mostrando una evidente sottoperformance rispetto all'indice di riferimento. Il titolo, dopo aver archiviato la sessione di ieri con un calo contenuto al di sotto di mezzo punto percentuale, quest'oggi indietreggia con più decisione.
Negli ultimi minuti Luxottica viene scambiato a 51,3 euro, con una flessione dell'1,65% e volumi vivaci, visto che fino ad ora sono transitate sul mercato quasi 700mila azioni, già oltre la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 600mila pezzi.

Equita taglia rating e target price di Luxottica

A penalizzare Luxottica quest'oggi sono le indicazioni arrivate da Equita SIM, i cui analisti vedono un 2018 ancora di transizione per il gruppo.

Anche per questo motivo gli esperti hanno deciso di bocciare il titolo, con un cambio di strategia da "buy" a "hold", a fronte di un prezzo obiettivo ridotto da 58 a 55 euro, con conseguente azzeramento del peso del titolo nel portafoglio principale consigliato a Piazza Affari.

Riviste al ribasso le aspettative di crescita per il 2018

La SIM milanese ha ulteriormente elaborato le considerazioni sugli impatti delle condizioni climatiche e sullo scenario dei consumi in particolare in Europa, dove le vendite retail sono salite dello 0,1% a febbraio, dopo il calo dello 0,3% di gennaio, con un andamento nei primi due mesi dell'anno sotto il trend del quarto trimestre del 2017.
Gli analisti hanno così deciso di rivedere al ribasso le aspettative di crescita di Luxottica per il 2018, per incorporare una partenza d’anno cauta, un proseguimento delle strategie di pulizia della distribuzione e una prospettiva di turnaround di LensCrafter che richiede ancora tempo e su cui, come anticipato nella call di marzo, gli analisti non si attendono segnali nel primo semestre di quest'anno.
Equita SIM ha ridotto le stime sui ricavi 2018 dell'1% a 8,89 miliardi di euro, rispetto ai 9,118 messi in conto dal consensus, con una crescita a cambi costanti ora attesa al 1,8%, a fronte della guidance che parlano di un incremento del 2%-4%.
Gli analisti hanno rivisto al ribasso il trend del business wholesale a flat dal +3,5% precedente, confermando il retail al +3%.

Nessuna modifica è stata invece apportata all'impatto sui cambi, confermato a -5% circa sui ricavi di Luxottica. 
La SIM milanese ha altresì ridotto le previsioni sull'Ebit del 3% a 1,391 miliardi di euro, mentre le stime sull'utile per azione sono state tagliate del2%-3% a 2,02 euro, in linea ora con il consenso.

Pochi drivers per una sovraperformance del titolo 

Gli analisti ricordano che nei prossimi mesi è attesa la chiusura del deal con Essilor, su cui pensano però che ormai il mercato dia una probabilità molto elevata dopo il via libera degli Stati Uniti e dell'Unione europea.


Con uno scenario standalone ancora non brillante e fino a che non sarà possibile dare maggiore visibilità al processo di integrazione con Essilor, Equita SIM vede pochi drivers perchè Luxottica possa sovraperformare il mercato.
L'attenzione si sposta ora sui conti del primo trimestre di quest'anno, in agenda il prossimo 28 aprile, quando Luxottica diffonderà solo il dato relativo ai ricavi.
Gli analisti si aspettano una flessione delle vendite intorno al 10% a 2,146 miliardi di euro, con un ribasso di circa l'1% a cambi costanti. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.