-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 30 aprile 2018

Le pagelle europee: i titoli da comprare e da vendere


Airbus SE (EPA: AIR)

Diverse note hanno riguardato oggi il gruppo di aerospazio e difesa Airbus, reduce da una trimestrale chiusa con risultati condizionati negativamente da problemi alle forniture dei motori dei suoi velivoli A320: profitti netti in calo del 30% a 283 milioni di euro rispetto ai 409 milioni dell'analogo periodo del 2017 e una contrazione del 12% dei ricavi pari 10,1 miliardi di euro (consenso degli analisti a 10,2 miliardi), da imputare principalmente a una riduzione delle consegne di aeromobili commerciali ed elicotteri.

Gli analisti di CFRA hanno oggi confermato una raccomandazione d'acquisto sul titolo con un target price alzato da 106 a 115 euro, portando l'attenzione nella loro nota sulle migliorate prospettive di crescita dei profitti del gruppo nei prossimi anni e sui dati relativi al risultato operativo: la società prevede di raggiungere il suo target di una crescita del 20% dell'ebit quest'anno grazie a ua ripresa delle consegne di A320.
Più ottimisti anche gli esperti di Bernstein (giudizio "outperform" con target price aumentato da 124 a 129 euro) e di JPMorgan ("overweight" con target price che sale da 120 a 122 euro): quest'ultimo broker elogia in particolare nella sua nota post-trimestrale la maggiore chiarezza sulle strategie di capital allocation e sulla composizione del top management.

In controtendenza le indicazioni di Goldman Sachs, che ha confermato un giudizio "buy"riducendo però da 118 a 116 euro il target price sul titolo.
Note recenti:
26.04           Citigroup: "neutral" con target price alzato a 106 euro
23.04           Kepler Cheuvreux: "hold" con target price alzato a 100 euro
23.04           UBS: "buy" con target price invariato a 107 euro

Dutch Shell Plc Class A (LON: RDS)

Gli analisti del Credit Suisse tornano invece a scommettere sulla compagnia petrolifera Royal Dutch Shell, che resta nella Focus List del broker elvetico dopo la pubblicazione dei conti del primo trimestre con un rating "outperform" e un target price aumentato da 2.750 a 2.850 pence.

CS segnala tra l'altro che i piani di buyback restano una priorità del gruppo, segnalano però la necessità di attuare un ulteriore deleveraging. Rischi ma anche opportunità per Shell potrebbero invece venire da operazioni di M&A.

ArcelorMittal 

Nel settore siderurgico, gli analisti di JPMorgan hanno alzato da 36 a 36,50 euro il target price su ArcelorMittal, mantenendo invariato nel frattempo un giudizio "overweight" sul titolo.

Nella nota, Dominic O'Kane segnala che il gruppo con sede lussemburghese resta la sua "top pick" nel comparto anche per la forte esposizione al mercato nordamericano, in virtù della quale sarà tra particolarmente favorito dagli attesi rialzi dei prezzi dell'acciaio in scia ai nuovi dazi adottati dall'amministrazione USA.

Eni

Segnaliamo infine che gli analisti di CFRA hanno aggiornato dopo i conti trimestrali pubblicati la scorsa settimana il loro target price su Eni, portandolo da 16 a 18 euro con rating "buy" invariato. 

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.