-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 20 aprile 2018

L'Angolo del Trader


Generali in verde ieri nel giorno dell'assemblea. Il CEO Philippe Donnet ha affermato che il nuovo piano triennale che sarà presentato a novembre segnerà l'avvio di una profonda trasformazione del gruppo. Donnet non ha commentato le indiscrezioni di stampa relative all'ipotesi di partnership commerciale con Poste Italiane nel ramo Danni e affermato che al momento un'operazione di acquisto di azioni proprie non è presa in considerazione.
Ieri Generali ha annunciato un accordo vincolante con Athore Holding per la vendita di Generali Belgium a 540 milioni di euro: plusvalenza di circa 150 milioni e miglioramento del Regulatory Solvency II Ratio di circa il 2,6%. La reazione che Generali ha avviato a marzo da area 14,50 ha oltrepassato i top di gennaio a 16,48 euro raggiungendo un massimo a 16.585 euro, il valore più alto da gennaio 2016.

Se il segnale venisse confermato anche in chiusura di ottava si creerebbero le premesse per rilanciare la crescita di lungo periodo verso 16,92 euro, per la chiusura del gap ribassista lasciato aperto a gennaio 2016, e in direzione di 17/17,30 euro. Indicazioni di debolezza, invece, nel caso di discese sotto area 15,50, baricentro dell'azione dei prezzi dell'ultimo semestre, per supporti a 15 circa, linea che sale dai minimi di luglio 2016.
Leonardo guadagna ulteriore terreno e sale sui massimi da fine gennaio.

MF ipotizza che il gruppo guidato da Alessandro Profumo annuncerà nuovi contratti in occasione del Malaysian Defense Services Asia 2018 Expo (una delle principali fiere della sicurezza e difesa). Lunedì Leonardo aveva comunicato che il governo del Pakistan introdurrà in servizio ulteriori elicotteri bimotore intermedi AW139.
La consegna degli aeromobili è prevista per l'inizio del 2019. Ricordiamo infine che il cda di Leonardo si riunirà l'8 maggio per approvare i risultati del primo trimestre 2018. Il titolo ha toccato un massimo intraday a 10,04 euro dopo aver terminato mercoledì a 9,766 euro. A 9,76 le quotazioni si sono lasciate alle spalle la media mobile a 100 giorni, indicatore che con la sua posizione rispetto ai prezzi sintetizza la condizione del trend di medio periodo, che era al ribasso dallo scorso novembre.

Diventa ora possibile un tentativo di recupero di massimi di metà e fine gennaio, allineati in area 11,43/45, e praticamente coincidenti con il 38,2% di ritracciamento del ribasso dal top di settembre 2017. Oltre questa soglia possibile il raggiungimento del livello successivo nella scala dei ritracciamenti di Fibonacci, il 50%, posto a 12,23 euro.
Solo cali al di sotto di area 9,50 metterebbero in discussione i recenti segnali di forza facendo temere il ritorno in area 9 euro e successivamente a 8,40, minimo di febbraio.
Bel progresso ieri per Credito Valtellinese (+3,20% a 0,1398 euro) che supera una resistenza e riattiva il rally delle ultime settimane.

Il titolo si porta sui massimi da metà febbraio: analisti ed operatori sono tornati a guardare all'ipotesi di integrazione con BP Sondrio, protagonista di un notevole balzo in avanti nelle due sedute precedenti (oltre +12%) in scia alle considerazioni del governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco nella lectio magistralis tenuta lunedì per la celebrazione del trentennale della Facoltà di Economia di Roma Tor Vergata.
Visco ha infatti accennato a una nuova fase di consolidamento del settore bancario. Il recente aumento di capitale da 700 milioni di euro permette a Credito Valtellinese di posizionarsi in modo adeguato nel caso di un'eventuale operazione straordinaria. L'analisi del grafico di CreVal evidenzia il recupero partito dai minimi di inizio marzo, recupero che ha portato il titolo a un passo dagli ex supporti a 0,1410 euro.

Una vittoria confermata in chiusura di seduta su questo ultimo riferimento creerebbe le premesse per un'estensione verso 0,1690 almeno, con obiettivo successivo sul massimo di fine gennaio a 0,1832. Segnali di debolezza sotto 0,1220 per 0,1080 almeno.
(SF - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.