-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 9 aprile 2018

Italia in modalità breakout rispetto a Wall Street


Mercati azionari ancora una volta in ordine sparso. Soltanto la metà degli indici del G25 riesce a conseguire una performance positiva al termine della passata ottava. Spicca ancora una volta Piazza Affari, con l'indice MIB che di misura riesce a chiudere oltre lo short stop settimanale, confermando il suo buono stato di forma.
Di converso, si registra la nuova débâcle di Wall Street, respinta dalle resistenze di breve periodo, e per nulla incoraggiata dalla nuova stagione degli utili che sta per incominciare.
Le stime appaiono generose: secondo IBES gli EPS sono attesi ad una crescita del 16%, grazie anche al taglio delle imposte societarie decretato dall'amministrazione Trump.

Si tratterebbe nel caso dell'espansione reddituale più vigorosa degli ultimi sette anni. Resta da chiarire se questo scenario roseo sia già stato scontato dalle quotazioni; si direbbe di sì, a giudicare dalla permanenza dello S&P sui minimi di periodo, e da una insolita circostanza: con quella di venerdì, ben 5 delle ultime 14 sedute hanno visto il Down Volume superare il 90% degli scambi complessivi fra le società dello S&P500.
Si tratta di un dato che esprime appieno la cautela degli investitori, ben misurata anche dai deflussi netti registrati nelle ultime quattro settimane: -15.2 miliardi di dollari, tra fondi ed ETF azionari. In simili circostanze ulteriori sacrifici sono da mettere in conto.
Tutto ciò complica l'interpretazione tecnica del mercato.

Alla fine, appare sensata l'indicazione del modello di asset allocation: che ha tagliato drasticamente la componente Equity, senza rinunciare ad un'esposizione al rischio moderata; sebbene lontana dai tempi belli. Significativo il confronto fra il nostro MIB e lo S&P500, opportunamente convertito in euro: la congestione in essere da sei mesi appare ora superata di netto verso l'alto.
Un breakout in piena regola che, allo stato attuale, confermerebbe la vitalità peraltro espressa dallo spread decennale Ita-USA: a -105 punti base, mercoledì scorso, dai -4 punti base di fine agosto 2017. Italia batte Stati Uniti.
Nota. Il presente commento è un estratto sintetico del Rapporto Giornaliero, pubblicato tutti i giorni entro le 8.20 da AGE Italia; pertanto eventuali riferimenti a studi tecnici vanno intesi riferiti ai grafici ivi riportati.
Autore: Gaetano Evangelista Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.