-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 4 aprile 2018

In California il caffè come il fumo: scatta l’obbligo di indicare il “rischio cancro” in etichetta

(Getty)
Il caffè come il fumo. In California sulle confezioni di caffè, esattamente come per le sigarette, dovrà comparire l’avvertenza sul “rischio di cancro”. Lo ha stabilito un giudice nell’ambito di una causa contro alcune società accusate di aver violato la legge dello Stato sull’obbligo di avvertire i consumatori della presenza di sostanze cancerogene nei prodotti alimentari.

Tutta colpa dell’acrilammide

Nel caso del caffè la molecola incriminata è l’acrilammide, prodotta durante la torrefazione ad alte temperature. La disposizione del magistrato non è ancora definitiva e può essere contestata. L’industria del caffè si è difesa sostenendo che “è impossibile eliminare l’acrilammide senza intaccare il sapore” e che “l’esposizione alla sostanza è innocua per i consumatori”.

L’autore della denuncia

L’autore della denuncia, Raphael Metzger, membro del Consiglio per l’educazione e la ricerca sulle sostanze tossiche, si è augurato che la decisione spinga le aziende a ridurre i livelli di acrilammide nel caffè.
(Getty)

La potenziale pericolosità

La responsabile della potenziale pericolosità del caffè, quindi, è unicamente l’acrilammide e non la bevanda in sé. La stessa Oms ha smentito, infatti, il legame tra caffè e cancro alla vescica, sottolineando al contrario un’azione di protezione dal carcinoma a utero e fegato.

La situazione in Europa

A novembre 2017 l’Ue ha approvato un regolamento in cui le società agroalimentari sono costrette e ridurre i livelli di acrilammide in prodotti come patate, pane, biscotti, cereali, cracker e anche caffè. La concentrazione della sostanza resta ampiamente al di sotto della “soglia di rischio”, senza alterazioni di sapore.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.