-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 17 aprile 2018

Ferrari sopra i 100 euro, ma Goldman Sachs punta ben più in alto


Sulla scia della buona performance messa a segno dall'indice Ftse Mib, quest'oggi ha guadagnato terreno anche Ferrari che ha performato leggermente meglio del mercato. Il titolo, dopo aver archiviato la sessione di ieri fermandosi appena sotto la parità, con un frazionale calo dello 0,08%, quest'oggi ha messo a segno un progresso.
Ferrari ha terminato gli scambi a 100,6 euro, con un rialzo dell'1,66% e poco più di 600mila azioni scambiate, sostanzialmente in linea con la media giornaliera degli ultimi tre mesi.

Ferrari sotto la lente di GS: rivisti al rialzo target price e stime

Ferrari dopo l'andamento poco mosso altalenante delle ultime giornate, è riuscito a riportarsi in chiusura oltre la soglia dei 100 euro per la prima volta dal 21 marzo scorso, quando le quotazioni si erano fermato a 100,75 euro.


A dare una spinta al titolo quest'oggi, oltre alla buona intonazione del mercato, ha contribuito anche un report diffuso da Goldman Sachs.
Gli analisti di quest'ultima mantengono una view cauta su Ferrari, tanto da confermare la raccomandazione "neutral", ma questo non ha impedito di rivedere al rialzo il prezzo obiettivo da 118 a 119 euro, valore che offre un potenziale di upside di circa il 18% rispetto ai livelli del close odierno.
La revisione del target price riflette un miglioramento delle stime sull'utile per azione con riferimento al triennio 2018-2020.

Nel dettaglio Goldman Sachs ha aumentato le previsioni sull'eps per quest'anno da 2,95 a 3,03 euro, mentre per il prossimo si passa da 3,42 a 3,52 euro e per il 2020 da 4,5 a 4,59 euro, per tenere conto di un andamento più favorevole dei costi.

Le attese sui conti del primo trimestre 

Gli analisti di Goldman Sachs intanto si concentrano sui risultati del primo trimestre dell'anno che saranno diffusi da Ferrari il prossimo 3 maggio.
La banca americana scommette su un Ebit di 200 milioni di euro, il 7% al di sopra del consensus fissato a 188 milioni di euro. Il debito netto è visto a 394 milioni di euro, escludendo i 35 milioni di euro del buy-back, appena sotto i 396 milioni del consenso.

Le previsioni degli analisti sull'intero 2018

Con riferimento all'interno esercizio in corso, gli analisti di Goldman Sachs prevedono per Ferrari un fatturato pari a 3,56 miliardi di euro, un Ebitda adjusted di 1,1 miliardi e un debito industriale netto pari a 343 milioni di euro, mentre le consegne di auto dovrebbero attestarsi poco al d isopra delle 9mila unità.
Si tratta di valori inferiori a quelli del consensus, con l'unica eccezione di quello riferito ai ricavi, ma sostanzialmente in linea con i target indicati dalla società.
Nell'ambito del report elaborato dalla banca americana, gli analisti non escludono una possibile estensione del brand che potrebbe portare ad un aumento dei prezzi e dei volumi, come del resto segnalato dallo stesso Marchionne in occasione della presentazione del bilancio 2018 del gruppo.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.