-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 9 aprile 2018

Come Comprare QTUM in Italia: La Guida Completa

Come Comprare QTUM in Italia: La Guida Completa

QTUM: Il Meglio del Meglio

C’è una scena memorabile nel classico western del 1966, Il Buono, il Brutto e il Cattivo, in cui il personaggio Tuco assembla un revolver con parti delle migliori armi disponibili. Chiunque voglia capire QTUM (pronunciato “quantum”) dovrebbe tenere a mente questa scena. Il team di QTUM sta adottando lo stesso approccio per realizzare quello che sperano sia la blockchain definitiva per le applicazioni aziendali.
Tuttavia, proprio come un armaiolo comprende meglio ciò che sta facendo Tuco rispetto ad uno spettatore medio, valutare l’approccio che QTUM ha adottato richiede la conoscenza delle parti che si stanno mettendo insieme. Ciò comporta la conoscenza di alcuni concetti complicati, come la tradizionale ricerca sulla tolleranza ai guasti bizantina, ma con una curva di apprendimento non così ripida da essere insormontabile.

Come Comprare QTUM?

Per comprare QTUM è necessario creare un portafoglio QTUM che conterrà la criptovaluta e creare un conto in un exchange di criptovalute. Una volta creati questi due conti, il processo standard consiste nell’acquistare o trasferire Bitcoin o Ethereum (preferibilmente ETH in quanto il tempo di trasferimento e il costo delle commissioni è minore) all’exchange, scambiare Bitcoin o Ethereum per QTUM, e quindi trasferire la criptovaluta QTUM al nuovo portafoglio.

Step 1 – Crea un Portafoglio QTUM

Scarica il portafoglio selezionando il tipo che funziona sul tuo computer (Linux, Windows o Mac) nella sezione “Quickstart”. C’è una vasta gamma di portafogli e sono necessarie alcune competenze informatiche per selezionarne uno. La povera interfaccia è una caratteristica di QTUM ed è uno dei problemi che il team deve risolvere.
Al termine del download, decomprimi il file e trova la cartella denominata “Bin”. In questa cartella c’è un file chiamato “qtum -qt”. Apri questo file per installare il portafoglio. Avrai bisogno dell’accesso a Internet e apparirà una finestra sullo stato del download e dell’installazione.
Una volta completato il download, seleziona “Settings” e “Encrypt Wallet”. Scegli una passphrase complessa ma che tu possa ricordare. Premi “OK”, leggi l’avviso che appare, quindi premi “Yes”. Il programma cripterà il tuo portafoglio e si chiuderà.
Riapri il tuo portafoglio e seleziona “File” e “Backup Wallet”. Dai al file un nome facile da ricordare e salvalo su un dispositivo sicuro come una chiavetta USB o una chiavetta per criptovalute. Dopo aver salvato una copia, seleziona “Receive” e “Request Payment”. Copia la lunga stringa di lettere e numeri correttamente.

Step 2 – Acquista Bitcoin o Ethereum

Ora devi acquistare alcuni Bitcoin/Ethereum da scambiare con QTUM. Al momento della stesura di questo documento, nessun exchange supporta l’acquisto di QTUM per valuta nazionale legale, ma il mercato è in costante evoluzione e ciò potrebbe cambiare. Se così fosse, sarà comunque necessario aprire un conto in un exchange.
Ci sono molti exchange che consentono l’acquisto di Bitcoin/Ethereum per valute nazionali. Offrono diverse funzioni, tra cui facilità d’utilizzo e sicurezza. Inoltre, il costo di acquisto di Bitcoin/Ethereum cambia frequentemente, quindi è impossibile definire l’opzione “migliore” per questo step. Coinbase è l’opzione più comune e questa guida descriverà il processo di creazione di un conto per l’acquisto di Bitcoin. Se possiedi già Bitcoin o Ethereum, questo step non è necessario. Puoi andare avanti alla prossima sezione.
Dopo aver cliccato sul link per andare su Coinbase, seleziona “Registrati” e inserisci le tue informazioni personali. Coinbase effettua scrupolosamente l’identificazione del cliente, quindi assicurati di verificare il tuo conto fornendo un numero di telefono, caricando un’immagine del tuo documento d’identità con foto e verificando una carta di credito/debito o un conto bancario.
Dopo aver completato questi passaggi, seleziona “Acquista/Vendi” nel menu in alto. Seleziona “Bitcoin” e inserisci il numero di monete o l’importo che vuoi spendere. Bitcoin può essere acquistato in unità frazionate e il sistema farà i calcoli per importi in valuta locale. Verifica le informazioni che hai inserito, premi “Acquista”, quindi “Conferma acquisto”.
Se ti trovi in ​​un Paese in cui i servizi di Coinbase non sono disponibili, puoi acquistare Bitcoin in altri exchange come CEX.IO o Coinmama.

Step 3 – Scambia Bitcoin per QTUM

Ora vai in un exchange come Binance per scambiare i tuoi Bitcoin per QTUM.
Per prima cosa, vai su Binance e apri un conto e verificalo tramite l’email che hai ricevuto. Successivamente, devi depositare sul tuo conto BTC o ETH che hai acquistato in precedenza in uno degli exchange qui sopra riportati. Per fare ciò, clicca su “Fondi” e cerca BTC o ETH, scegli “Deposita”, copia l’indirizzo di deposito BTC o ETH e incollalo nell’exchange dal quale si ritira il denaro. Il processo potrebbe richiedere fino a un’ora (varia in base ai diversi exchange).
Dopo aver completato questi passaggi, avrai Bitcoin o Ethereum nel tuo conto su Binance. Clicca su “exchange” e cerca QTUM/BTC, inserisci l’importo e clicca su “Acquista QTUM”.
Articoli Suggeriti

Nozioni Base su Blockchain

Aiuta molto iniziare con le basi perché tutto ciò che QTUM spera di ottenere, risolve i problemi fondamentali della tecnologia blockchain. Blockchain memorizza informazioni su copie identiche di un registro salvato su diversi computer connessi tramite Internet. Sistemi sofisticati controllano ogni nuova voce rispetto alle copie esistenti per assicurarsi che la nuova voce sia corretta prima di aggiungerla alla catena.
Esistono due metodi di base per controllare le copie esistenti: Proof of Work (PoW) e Proof of Stake (PoS). Ognuno ha i suoi vantaggi e le sue pecche. PoW è stato utilizzato inizialmente perché consente a chiunque disponga di un computer di partecipare alla blockchain. Un problema di PoW è che richiede una quantità significativa di elettricità per far funzionare la blockchain poichè potenti computer devono fare calcoli complicati.
Proof of Stake (PoS) supera questo problema consentendo a chiunque abbia una partecipazione finanziaria nella verifica del calcolo – comunemente chiamata “skin in the game” – di partecipare al processo di verifica. Ciò evita calcoli complicati, ma consente ai partecipanti di “comprare voti” in modo efficace. Il partecipante della blockchain che ha più denaro impegnato nel sistema, ha più voti nel processo di verifica. Questo è da considerarsi fondamentalmente antidemocratico e un problema per alcuni sostenitori della blockchain.
Poichè inizialmente la blockchain era stata concepita come un modo per allontanarsi dal controllo centralizzato del sistema monetario odierno, PoW era usato come metodo per scegliere coloro che avrebbero potuto convalidare la blockchain. Bitcoin ed Ethereum usano PoW, ma gli elevati consumi di energia e altri inconvenienti rendono questo approccio difficile da mantenere.

QTUM – Scelte, Scelte, e Ancora Scelte

QTUM ha una visione molto pratica di questi argomenti. Il suo obiettivo è di portare i potenziali benefici finanziari della tecnologia blockchain nel mondo reale delle imprese. Così, tra PoW e PoS, il team di QTUM ha semplicemente chiesto ai suoi utenti di riferimento – imprenditori e operatori – quello che preferivano. La risposta è stata PoS.
Ethereum ha effettuato questa stessa transizione con l’introduzione del protocollo Casper. QTUM ovviamente crede che questa sia la scelta giusta, ma ritiene che la blockchain di Ethereum abbia ancora grandi svantaggi per la blockchain di Bitcoin. Tuttavia, il team di gestione ritiene che alcune caratteristiche degli smart contract di Ethereum siano di gran lunga migliori a quelle disponibili sulla blockchain di Bitcoin.
Quindi, come il personaggio del film, la soluzione di QTUM è di assemblare le parti che si preferiscono da ciascuna delle due blockchain. Tuttavia, a differenza delle parti di pistole diverse, alcune parti di queste due blockchain non sono compatibili affatto. In effetti, le blockchain di Bitcoin ed Ethereum utilizzano due diversi metodi di elaborazione delle transazioni. Bitcoin utilizza una metodologia complessa chiamata transazioni in uscita non spese (“UTXO”), mentre Ethereum utilizza il semplice concetto di saldo contabile.
Come PoW e PoS, ci sono differenze pratiche e filosofiche tra questi approcci. Ognuno ha i suoi vantaggi e difetti. Molto semplicemente i due approcci non sono compatibili. La situazione può essere paragonata a un motore diesel che utilizza benzina. Non puoi aspettarti che un tipo di motore funzioni con un altro tipo di carburante.
Piuttosto che iniziare da zero con una nuova blockchain – un approccio che alcuni competitor hanno intrapreso – QTUM ha deciso di progettare una soluzione. Hanno costruito un ponte chiamato Account Abstraction Layer che esiste sulla blockchain di Bitcoin ma che opera nell’ambiente di Ethereum. Questa soluzione innovativa è una delle proposte chiave di QTUM. Se funzionasse e venisse accettata sul mercato, si rivelererebbe un elemento chiave del successo di QTUM.

Quantum Coin – Realizzato per le Imprese

Il successo di QTUM sarà determinato dagli utenti aziendali. Mentre ci sono state tante analisi e speculazioni sul valore della blockchain per le imprese, le applicazioni reali sono poche e ancora lontane. QTUM sembra cambiare questo, rendendo accessibile la blockchain. Questo è il motivo per il quale il team si è incontrato con le aziende per decidere l’approccio PoW/PoS.
Tuttavia, soddisfare le esigenze della comunità imprenditoriale è un compito arduo, in particolare quando l’obiettivo è lo sviluppo di un’ampia piattaforma piuttosto che qualcosa su misura per un particolare bisogno o per un settore come Ripple. Uno dei problemi che devono essere affrontati è la quantità di informazioni memorizzate sui sistemi esistenti.
Questo problema non può essere sopravvalutato. Tra i programmatori di computer esiste una barzelletta in cui ci si chiede come Dio possa aver creato l’universo in 6 giorni. La risposta è che “Ha iniziato da zero e non ha avuto a che fare con una base di utenti esistente.” L’uso onnipresente della tastiera “QWERTY” nonostante la sua obsolescenza è un ottimo esempio di questo problema.
QTUM sta affrontando questo problema con un altro bridge software. In questo caso, è tra smart contract e i sistemi di dati legacy esistenti. Il team si riferisce a questi come “oracles”. Possono essere considerati un tipo di Application Programming Interface (API) che forniscono all’azienda gli strumenti necessari per la personalizzazione della propria connessione ai sistemi di dati esistenti.
Gli oracles di QTUM sono pensati per alimentare gli smart contract realizzati nell’ambiente Ethereum. Gli smart contract sono accordi auto-eseguiti e qualsiasi grado di automazione che gli può essere applicato, permetterà senza dubbio significativi risparmi sui costi ottenendo l’approvazione del mercato. È giusto dire che questo è uno degli aspetti potenzialmente più redditizi della tecnologia blockchain per le imprese.
Ha senso pensare agli oracles come a delle parti di due diversi cannoni messe insieme: dati provenienti da vecchi sistemi che si inseriscono negli smart contract sulla blockchain. Lo stesso vale per l’attenzione di QTUM sulla creazione di blockchain per dispositivi mobili. Le imprese hanno incorporato l’uso degli smartphone nella Standard Operating Procedure (SOP) e QTUM si è impegnato molto nel portare la potenza degli smart contract a tali dispositivi.

I Punti di Forza di QTUM

Il team di sviluppo di QTUM è composto da persone con un background non indifferente in una vasta gamma di settori, come si addice ad un’azienda che sta cercando di fondere elementi di diversi blockchain. Beneficiano anche del capitale fornito da investitori informali con lo stesso grado di sicurezza.
Non c’è dubbio che QTUM conosca la tecnologia alla base di ciò che sta cercando di realizzare, e ha adottato un approccio pensato e ponderato per portare il grandissimo valore della blockchain ad un ampio pubblico di aziende. L’idea di utilizzare una tecnologia comprovata e di integrarla è un ottimo esempio del valore che può derivare da un tale approccio.

Le Sfide di QTUM

Ovviamente, QTUM non è l’unico sviluppatore blockchain che cerca di entrare nel tradizionale mondo del business, ed è incerto il numero di provider che potranno trovare un posto a questo tavolo. QTUM è nuovo, e in ritardo, e potrebbe aver bisogno di risultati abbastanza velocemente per conquistare gli utenti aziendali. Fare in modo che i programmatori di computer sviluppino gli oracles personalizzati che consentono un uso efficiente degli smart contract è un grande ostacolo che l’azienda deve superare.
Inoltre, sul sito web di QTUM è presente una nota stonata. Le parole inglesi si interrompono in modo inappropriato, ignorando le regole di ortografia e rendendo l’intero sito molto difficile da leggere. Sebbene la scarsa grammatica inglese sia un segno distintivo del settore della criptovaluta, il sito web di QTUM è su tutt’altro livello. Nel mondo degli affari in cui “la percezione è realtà”, questa stranezza potrebbe creare una percezione di incompetenza.

Conclusioni

QTUM è un concorrente relativamente nuovo in un campo sempre più affollato. Hanno un approccio intelligente alla risoluzione dei problemi che dovrebbe interessare il loro target di utenti finali. La domanda senza risposta è se tale azienda investirà in questa soluzione blockchain o in qualche altro fornitore che si avvicina a soddisfare i propri criteri di usabilità e affidabilità.
This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.