-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 27 aprile 2018

Borse ancora su, ma Piazza Affari scende. Male Fca e i bancari


Il rimbalzo di ieri sta trovando un seguito nella sessione odierne, visto che le principali Borse europee si spingono ancora in avanti, a poca distanza dai massimi intraday. Il Dax30 e il Ftse100 salgono rispettivamente dello 0,88% e dello 0,69%, seguiti a distanza dal Cac40 che si apprezza dello 0,31%.
All'indomani dell'appuntamento con la BCE, che non ha riservato particolari sorprese, le Borse europee mostrano un cauto ottimismo, sostenute anche dalle buone trimestrali diffuse da alcune società americane dopo il close di Wall Street ieri.
Sul fronte macro è stato diffuso in Europa il dato relativo alla fiducia dei consumatori che nella versione finale di aprile si è attestato a +0,4 punti, in linea con le stime.


L'indice della fiducia economica è stato pari a 112,7 punti, in linea con la lettura precedente ritoccata verso l'alto da 112,6 a 112,7 punti e al di sopra dei 112 previsti dal mercato. 
L'indice della fiducia delle imprese è salito a 7,1 punti rispetto alla lettura di marzo rivista da 6,4 a 7 punti e ben oltre i 5,8 punti del consensus.
In Germania non ha riservato sorprese il tasso di disoccupazione che ad aprile è rimasto fermo al 5,3%, in linea con le stime, mentre in Francia il dato preliminare del PIL del primo trimestre ha mostrato una variazione positiva dello 0,3%, rispetto allo 0,4% messo in conto dagli analisti.


Da segnalare che a mercati chiusi è atteso il verdetto di Standard & Poor's sul rating dell'Italia, della Germania e della Gran Bretagna e sulla valutazione del merito di credito di quest'ultima si esprimerà anche Fitch.
Intanto scende in controtendenza Piazza Affari che dopo essere stata la migliore ieri in Europa, è l'unica a viaggiare in territorio negativo oggi.
L'indice Ftse Mib, dopo aver tentato di mantenersi sopra i 24.000 punti, ha imboccato la via delle vendite e ora si presenta a ridosso di area 23.900, con un ribasso dello 0,59%.
Ad appesantire il nostro mercato è la flessione di alcune big tra le blue chips come Fca che arretra del 2,59% all'indomani della trimestrale.

Segno meno anche per Exor che perde l'1,63%, mentre CNH Industrial scende dello 0,63% in attesa dei conti del primo trimestre in arrivo in giornata.
Male i bancari con Unicredit e Banco BPM in rosso rispettivamente dell'1,87% e dell'1,61%, mentre Ubi banca cala dell'1,31% seguito da Intesa Sanpaolo, Mediobanca e Bper Banca, tutti in calo di circa un punto percentuale.
Non superano la prova dei conti Tenaris ed ENI che scendono dell'1,66% e dell'1,26%, mentre nel settore oil si difende meglio Saipem con un calo più contenuto dello 0,44%, frenato dal ritorno dei prezzi del petrolio al di sotto dei 68 dollari al barile.
Tra le blue chips in positivo troviamo Moncler che sale dello 0,85%, seguito da UnipolSai, Italgas e Prysmian, tutti in ascesa di circa mezzo punto.

Segno più anche per Ferrari e Terna che avanzano dello 0,4% e dello 0,34%. 
Sul versante macro Usa per oggi si segnala il dato preliminare del PIL del primo trimestre che dovrebbe mostrare un rialzo del 2,3%, in frenata rispetto al 2,9% dei tre mesi precedenti. Per l'indice relativo al costo del lavoro nel primo trimestre si stima una variazione positiva dello 0,7% dopo lo 0,6% del quarto trimestre 2017, mentre l'indice Chicago PMI di aprile dovrebbe salire da 57,4 a 57,9 punti.


In calendario anche il dato finale della fiducia Michigan che ad aprile dovrebbe attestarsi a 98 punti, in lieve rialzo rispetto ai 97,8 della lettura preliminare e  in calo rispetto ai 101,4 della versione definitiva di marzo.
In agenda i conti del primo trimestre di Chevron ed Exxon Mobil, con un eps atteso a 1,49 e a 1,14 dollari, mentre Colgate-Palmolive e Moody's dovrebbero riportare un utile per azione di 0,73 e di 1,8 dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.