-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 20 aprile 2018

3 titoli tech che vanno oltre i limiti


Chi investe sul lungo periodo solitamente evita il settore tecno per ovvi motivi di volatilità. Recentemente, però, molti titoli hanno superato i limiti del loro campo d'azione diventando veri e propri fortini del rendimento. Gli analisti di The Motley Fool fanno tre esempi

Verizon Communications Inc.
( NYSE: VZ)

Steve Symington consiglia Verizon grazie al suo rendimento annuo del 4,8%, e al fatto di essere il maggiore operatore wireless negli Stati Uniti. A questo si aggiungano 1,2 milioni di connessioni wireless nel quarto trimestre (totale 116,3 milioni) e una percentuale di addio dei clienti che non arriva all'1% (0,77%).

All'orizzonte anche i vantaggi della recente riforma fiscale Usa che permetterebbe all'azienda di avere un apporto sul flusso di cassa operativo pari a 3,5-4 miliardi di dollari



Qualcomm Incorporated ( NASDAQ: QCOM)

Jeremy Bowman preferisce Qualcomm.
In un settore contraddistinto ultimamente da start up costose e parche di dividendi dal momento che molte preferiscono reinvestire gli utili in ricerca e sviluppo, Qualcomm può vantare un rendimento del 4,2% con margini di profitto particolarmente forti. Tuttavia, Qualcomm ha sottoperformato il mercato dal momento che il titolo è sceso del 17% negli ultimi cinque anni (complice la scadenza di molti brevetti), proprio mentre le grandi aziende hanno avviato il proprio rally.

Perchè sceglierla allora? I motivi sono diversi a partire anche dall'interesse di Broadcomm per un'acquisizione attualmente in stand by per volontà delle autorità di controllo, ma che dimostra la forza, in portafoglio, di un titolo come Qualcomm. Inoltre l'interesse aumenta anche perchè la società attualmente si sta concentrando su settori come i veicoli a guida autonoma e IoT.
Sul fronte dividendo il titolo è affidabile anche perché dal suo debutto (2003) è sempre stato aumentato, inoltre il suo payout ratio del 67,7% è ancora ragionevole.



International Business Machines (NYSE: IBM)

Danny Vena guarda con fiducia alla metamorfosi di IBM che, dopo aver registrato un calo di 22 trimestri consecutivi sul fatturato anno su anno,è finalmente tornata a crescere.

Il gigante è infatti reduce da una vera e propria trasformazione interna dettata dal cambio di marcia che ha visto la focalizzazione su nuovi trend come l'analisi, il cloud computing, la sicurezza e il mobile. Queste voci hanno rappresentato il 46% delle entrate di IBM nel 2017, percentuale vista in aumento nel prossimo futuro.
La società, con un payout ora al 49%, ha costantemente pagato un dividendo da oltre un secolo (ora al 3,8%), anche se ci sono stati alcuni cali negli anni '90 ma che hanno portato la cedola a crescere del 200% negli ultimi 10 anni e ad avvicinarsi al club degli aristocratici con oltre 22 anni di aumenti consecutivi. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.