-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 12 marzo 2018

Piazza Affari ci prova ancora, ma fallisce. Cosa aspettarsi ora?


In linea con quanto già accaduto venerdì scorso, anche oggi le Borse europee non sono riuscite a muoversi tutte nella stessa direzione. Fuori dal coro il Ftse100 che è sceso dello 0,13%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,04% e dello 0,58%.

Ftse Mib ancora faccia a faccia con la resistenza

Appena sopra la parità Piazza Affari dove il Fste Mib ha terminato gli scambi a 22.764 punti, in frazionale rialzo dello 0,08%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.906 e un minimo a 22.710 punti.


L'indice ha nuovamente provato a mettere sotto pressione l'ostacolo dei 22.800/22.850, già testato in più occasioni nelle ultime settimane, violandolo nell'intraday, salvo poi riportarsi al di sotto dello stesso.
Il movimento odierno conferma la solidità della resistenza a 22.800/22.850 punti, dalla cui tenuta o meno dipenderà l'evoluzione del mercato nel breve.
Se i corsi riusciranno a scavalcare questo livello daranno vita ad un test di area 23.000, superata la quale potranno allungare il passo verso i 23.200 e i 23.500 punti. 
Solo oltre quest'ultimo ostacolo ci sarà spazio per un allungo sui recenti massimi in area 24.000, il raggiungimento della quale appare prematuro almeno nell'immediato.
Se la soglia dei 22.800/22.850 continuerà a svolgere la sua funzione di resistenza, impedendo al Ftse Mib di andare oltre, bisognerà mettere in conto ripiegamenti che troveranno un primo sostegno in area 22.500.


Al di sotto di questa si sposterà l'attenzione sui 22.200/22.000 punti, la violazione dei quali vedrà aumentare il rischio di un ritorno verso i minimi della scorsa settimana in area 21.500.  
L'incapacità del mercato di spingersi oltre i 22.800/22.850 punti potrebbe rappresentare un primo campanello di allarme, ma fino a quando il Ftse Mib si manterrà al di sopra di determinati supporti si potrà confidare in nuovi tentativi al rialzo nel breve.

I market movers in America

Per domani sul fronte macro Usa oltre all'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane, si segnala l'inflazione che a febbraio dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,2% rispetto al rialzo dello 0,5% precedente, mentre la versione "core" dovrebbe salire dello 0,1% contro lo 0,3% di gennaio.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa anche per domani non ci sono aggiornamenti macro di rilievo e si segnala in Spagna l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 3 e 9 mesi per un importo tra 1 e 2 miliardi di euro.


In coincidenza con l'apertura delle Borse avrà inizio la riunione dell'Ecofin, dopo quella odierna dell'Eurogruppo.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari presenteranno i risultati dell'esercizio 2017 Caltagirone Editore, Cembre, Dea Capital, DoBank, Eurotech, Gabetti PS, Gefran, Isagro, Mondadori, Reply, Servizi Italia, Tod's e Softec.

In agenda un'assemblea degli azionisti di BB Biotech per l'approvazione dell'ultimo bilancio e la nomina del Cda.
Da seguire l'asta dei titoli di Stato visto che saranno offerti BTP con scadenza nel 2020 e nel 2025 per un ammontare compreso tra 2 e 2,5 miliardi di euro nel primo caso e tra 3,5 e 4 miliardi nel secondo.

In asta anche i BTP con scadenza nel 2033 e nel 2047 per un importo racchiuso tra 1,75 e 2,25 miliardi di euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.