-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 27 marzo 2018

La blockchain aiuterà l'oro sostenibile


Da sempre il settore delle materie prime è dominato dal dollaro, come moneta di riferimento, e dalle dinamiche finanziarie tradizionali. Ma con l'avvento della Blockchain le cose stanno cambiando.

Cambio della guardia

In molti, infatti, hanno voluto sfruttare la nuova tecnologia per permettere al settore non solo di potenziarsi ma anche di riuscire a semplificarsi.Paradossalmente proprio la blockchain, in qualità di base fondante del bitcoin (BTC), è stata vista nei mesi scorsi come un possibile avversario diretto dell'oro.

Nel tempo, invece, ha assunto la nuova veste di base d'appoggio per riuscire ad aiutare l'intero mondo delle commodity. La London Bullion Market Association (Lbma), cioè l’ente che supervisiona il mercato londinese dell’oro fisico ha già adottato dei sistemi per riuscire a monitorare l'oro dalla miniera fino ai caveaux con lo scopo di bloccare frodi, truffe e riciclaggio.
Ma non è stata la sola. O per meglio dire, adesso c'è la possibilità di fare un ulteriore passo in avanti.
Emergent Technology Holdings spera, con l'aiuto della tecnologia Blockchain di codificare la catena di approvvigionamento dell'oro già nella prima metà di quest'anno.

Non si tratta, fanno sapere, del primo tentativo di tracciabilità, ma del primo che punta alla qualità di un oro sostenibile. La società sta infatti lavorando su un token che sarà supportato interamente dall'oro nella speranza di offrire un modo per scambiare il metallo con maggiore liquidità.
Questo è quanto affermato da Mitchell Davis, Chief Commercial Officer di Emergent.

Blockchain a favore dell'oro sostenibile

Come sottolineato alla Cnbc, “registrando ogni fase della catena di approvvigionamento dell'oro, la società è in grado di garantire la provenienza di ciascun pezzo di metallo, certificare che è di provenienza responsabile e verificare che sia puro al 99,99%.

Tutto verrà registrato su un registro digitale praticamente immutabile: una blockchain”. Emergent Technology sta da tempo collaborando con Yamana Gold, quotata al NYSE, per creare "g-coins" dove ogni esemplare sarà equivalente a un grammo di oro responsabile, ed è ancorata al prezzo spot dell'oro.
Ogni fase del processo è registrata ed è visibile pubblicamente. 
Secondo Davis con il token in fase di elaborazione si avrebbe "una risorsa affidabile che è liquida, è scambiata a livello globale ed è supportata interamente dall'oro". Usando la tecnologia blockchain, l'azienda spera di rendere più semplice e automatizzato il processo di estrazione dell'oro dalle miniere ai caveau.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.