-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 12 marzo 2018

Il Punto sui Mercati


Piazza Affari in moderato rialzo sotto i massimi di giornata. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,24%, il Ftse Italia All Share lo 0,23% mentre il Ftse Italia Star guadagna lo 0,01%.
*Flash sui titoli in evidenza nella seduta del 12 marzo:
Falck Renewables*
Falck Renewables ha raggiunto il massimo del 4 gennaio a 2,25 euro, accorciando la distanza dai massimi di inizio anno a 2,46.
Oltre questo limite e alla rottura di area 2,55/2,60, minimi di settembre 2009 allineati ai minimi di inizio 2010, si aprirebbero spazi di crescita verso i 3 euro. Discese sotto la media mobile a 50 giorni, passante da 2,01 circa, negherebbero questo scenario anticipando una nuova fase di debolezza in direzione dei supporti in area 1,79.



-Target: 2,46 euro
-Negazione: 2 euro
-RSI (14): neutrale
*Biesse
*
Biesse si riaffaccia sul massimo del 7 febbraio a 48,12 euro. Oltre questa resistenza determinante verrebbe riattivato l'uptrend di lungo corso per obiettivi a 51 circa. Nella direzione opposta il perentorio ritorno sotto area 46,50 metterebbe in dubbio le capacità di crescita del titolo.
La violazione di area 44,60 comporterebbe poi la rivisitazione dei minimi di inizio mese a 43,12 euro.
-Target: 51 euro
-Negazione: 44,60 euro
-RSI (14): neutrale
Cattolica Assicurazioni
Cattolica Assicurazioni rimbalza dopo essere tornata sui livelli di inizio anno a circa 9,70 euro.

Per inviare segnali di miglioramento duraturi il titolo dovrà riportarsi stabilmente oltre la linea che scende dai massimi di gennaio, coincidente a 9,80 circa con la media mobile a 50 giorni. La rottura di questi riferimenti tecnici invierebbe un importante segnale che potrebbe favorire il ritorno sui massimi di gennaio a 10,96 euro.
Sotto 9 euro la struttura grafica di breve termine verrebbe compromessa per i supporti a 9 e 8,80 euro.
-Target: 11 euro
-Negazione: 9 euro
-RSI (14): neutrale
Anima Holding
Anima Holding viene respinta con forza da un ostacolo a 6,65 circa, massimi dell'8 e 12 febbraio.

Solo oltre quest'area la reazione avviata all'inizio di marzo da 5,895 euro potrebbe estendersi fino a un'altra resistenza a 6,965 euro, massimi allineati di ottobre e febbraio. Il ritorno sotto 6,30 anticiperebbe con buona probabilità la rottura di quota 5,895. -Target: 6,965 euro
-Negazione: 5,895 euro
-RSI (14): neutrale
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.