-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 2 marzo 2018

Fisco, le fregature ai contribuenti ci sono costate 21,5 miliardi in 18 anni

(LaPresse)
Lo Stato esige lealtà fiscale dai contribuenti ma “è il primo a disattendere gli impegni presi”, commenta Patrizia De Luise, presidente di Confesercenti. Secondo una ricerca proprio di Confesercenti, infatti, emerge che da quando è nato lo Statuto dei contribuenti, nel 2000, 18 anni fa, si contano non meno di 600 violazioni delle disposizioni in esso contenute.

Lo Statuto

Lo statuto dei diritti del contribuente nell’ordinamento giuridico italiano prevede una serie di disposizioni normative a tutela dei contribuenti nei confronti del Fisco. Le disposizioni sono contenute nelle legge 27 luglio 2000, n. 212, recante Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente. E sono praticamente sempre disattese.

La serie di deroghe

La serie infinita di deroghe ed eccezioni, spiegano da Confesercenti “è costata i contribuenti almeno 21,5 milioni di euro di maggior prelievo. Quasi un punto e mezzo di Pil: le dimensioni di una legge finanziaria, coperta da un’enorme imposta occulta”.

Gli articoli ignorati

Ad essere disattesi sono stati soprattutto gli articoli 3 e 4 dello Statuto, che prevedono limiti precisi all’efficacia temporale delle norme, imponendo il divieto di retroattività e all’utilizzo del decreto legge in materia tributaria. Le violazioni più gravi? “Si confermano proprio quelle che intaccano il principio dell’efficacia temporale”, precisa Confesercenti.

L’impatto sul gettito

Fra il 2000 e il 2017 si contano ben 66 violazioni, quasi 4 ogni anno. L’impatto  sul gettito è stato distribuito in maniera diversa negli anni. La stangate si sono verificate nel 2012 e nel 2009, con un maggiore incasso, rispettivamente di 4,4 e 4 miliardi. Altri 2 miliardi extra sono stati raccolti nel 2014 e 2,5 sono quelli stimati per quest’anno.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.