-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 29 marzo 2018

FANG: 5 grandi Sell?


Dopo i fasti del passato è arrivata la bufera sui colossi che hanno rivoluzionato la società moderna. Il dilemma adesso è: questi titoli sono abbastanza grandi da reggere oppure è il momento di vendere? La risposta di Larry Ramer, per affrontare il momento attuale è i rischi sono semplicemente troppo grandi per entrare in una nuova posizione

Facebook, Inc.

(NASDAQ: FB )

Le problematiche nate sull'onda dello scandalo Facebook potrebbero aver aiutato Donald Trump a diventare presidente ma di certo hanno creato il caos sul social che non solo adesso vede la fuga di inv.estitori e utenti ma anche il trionfo di uno dei suoi avversari, Snap Inc (NYSE: SNAP) il quale, al contrario di Facebook, ha il vantaggio di avere bacheche a tempo.
A causa di quanto sta succedendo, perciò, gli ultimi sondaggi sulla situazione del mercato pubblicitario statunitense vedrebbe scendere leggermente la quota di FB al 19,6% di quest'anno dal 19,9% dello scorso anno, mentre la quota di Snapchat aumenterebbe all'1% quest'anno dallo 0,6% nel 2017.

Apple Inc.

(NASDAQ: AAPL)

Barclays ha recentemente definito gli smartphone un "punto problematico" per l'azienda, un problema non da poco visto che è una delle voci principali tra gli introiti della Mela; qualcuno spera nel settore servizi ma Macquarie ha recentemente messo in dubbio questo punto di vista, avvertendo che basterebbe un rallentamento del mercato cinese per cambiare le carte in tavola.
Solo Morgan Stanley rimane ottimista sulle prospettive per i servizi di Apple, ma prevede che le entrate della compagnia aumenteranno entro range assolutamente normali, nulla che abbia a che fare con i fasti del passato.


Amazon.com, Inc.

(NASDAQ: AMZN)

Secondo Forbes, Google prevede di "indicizzare cataloghi di rivenditori come Target, 1-800-Flowers, Home Depot, Costco e Ulta, creando un carrello universale di Google Express". La combinazione della forza pubblicitaria di questi rivenditori e di Google stesso il quale aggiungerebbe anche lo potenza della tecnologia potrebbe essere un grosso problema per Amazon. Inoltre, a gennaio, il presidente Trump ha rinnovato la sua richiesta di una "tassa su Internet" e, notizia di queste ore, potrebbe incrementare la sua intenzione di far pagare più tasse proprio ad Amazon, ufficialmente per difendere i piccoli rivenditori.

Netflix, Inc (NASDAQ: NFLX)

In questo caso il problema principale sono le valutazioni.

Una società che fornisce indicazioni negative per il free cash flow, probabilmente non dovrebbe essere scambiata ad un rapporto prezzo/vendite di circa 11,5. A questo si aggiunga che Citron non più tardi del 12 marzo, ha dichiarato che la concorrenza di Disney continua a rimanere un pericolo per Netlix, un pericolo che ha portato l'azienda a shortare il titolo della società televisiva sul lungo periodo.

Alphabet Inc.

( NASDAQ: GOOG , NASDAQ: GOOGL )

EMarketer ha previsto che la quota di Amazon degli annunci digitali statunitensi passerà a "quasi il 3% quest'anno, rispetto al 2% dell'anno scorso" e la società ha stimato che la quota di mercato di Google crollerebbe al 37,2% dal 38,6% dell'anno scorso.
Quindi se Google tenta di diventare una spina nel fianco di Amazon, di certo Amazon non resta a guardare. Né la crescente popolarità di Amazon Echo può essere una buona notizia per Google, dal momento che molte persone useranno Echo piuttosto che Google per cercare prodotti e servizi in futuro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.