-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 27 marzo 2018

Exor vola all'indomani dei conti. I broker invitano a comprare

 
Una seduta all'insegna del riscatto quella odierna per Exor, reduce da tre giornate consecutive in ribasso. Il titolo, dopo aver archiviato la sessione di ieri con una flessione di oltre due punti percentuali, quest'oggi ha imboccato con decisione la via dei guadagni, tanto da conquistare la prima posizione nel paniere del Ftse Mib.
Beneficiando anche della positiva intonazione dei titoli della galassia Agnelli, Exor vanta un rally del 3,76% a 58,52 euro, con oltre 300mila azioni scambiate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a poco più di 500mila pezzi.
Exor, pur mantenendosi al di sotto dei massimi storci aggiornati sul finire di gennaio al di sopra dei 64 euro, prova a risalire la china all'indomani dei risultati dell'esercizio 2017.
I risultati dell'esercizio 2017 e il dividendo proposto dal Cda
Lo scorso anno è stato archiviato con un utile netto consolidato pari a 1,392 miliardi di euro, in forte crescita rispetto ai 588,6 milioni del 2016, grazie a maggiori plusvalenze nell'attività di investimento, al taglio di costi non ricorrenti e ad altre componenti positive di reddito.
A fine 2017 il Net Asset value, ossia il valore netto delle attività, era pari a 22,972 miliardi di dollari, in aumento del 56,9% rispetto all'anno precedente. Il saldo della posizione finanziaria netta consolidata è negativo per 3,16 miliardi di euro, in miglioramento rispetto ai 3,42 miliardi di fine 2016.
Sulla base di questi risultati il Cda di Exor ha proposto all'assemblea un dividendo di 0,35 euro, in linea con la cedola distribuita con riferimento all'esercizio 2016.
Il commento di Equita SIM
Gli analisti di Equita SIM, in una nota diffusa questa mattina, segnalano che sono emerse poche novità dai risultati dello scorso anno di Exor. Il debito netto è stato leggermente migliore della loro stima fissata a 3,2 miliardi di euro, mentre l'utile netto è stato definito poco significativo, in quanto è la sommatoria del pro-quota degli utili delle principali controllate, già noti, e del capital gain per la cessione dei fondi di Black Ant, anch'esso già conosciuto dal mercato.
Nessuna novità per il dividendo che è rimasto stabile, come da previsioni, ricordando che nella prima metà di quest'anno è previsto l'incasso per la cessione del 16,5% di Banca Leonardo, stimato dalla SIM milanese intorno a 30 milioni di euro.
Gli analisti mantengono una view cauta su Exor, con una raccomandazione ferma a "hold", mentre il prezzo obiettivo è stato tagliato del 7% a 64 euro, essenzialmente per l'aggiornamento degli asset quotati, in calo nelle ultime settimane. La valutazione obiettivo indicata da Equita SIM continua ad applicare uno sconto del 15% sul Net Asset Value.
Bullish la strategia di Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) e Kepler Cheuvreux 
Bullish invece la strategia di Mediobanca Securities che dopo i conti dello scorso anno ha deciso di confermare il rating "outperform" su Exor, con un target price a 59,2 euro.
A puntare sul titolo è anche Kepler Cheuvreux che oggi ha rinnovato l'invito ad acquistare, con un fair value ridotto da 69 a 66 euro, per tenere conto della correzione del Net Asset Value.
Commentando i risultati del 2017, il broker segnala che l'utile netto è stato leggermente migliore delle sue attese, mentre il dividendo si è rivelato in linea con le previsioni.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.