-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 1 marzo 2018

CT Nazionale: Di Biagio? I sì e i no della possibile scelta


Si avvicinano i Mondiali di Russia 2018 è l'attesa è grande per scoprire chi sarà la nazione vincitrice del torneo. Attesa trepidante che però non coinvolge i tifosi italiani dal momento che, come noi tutti ben sappiamo, la nazionale è stata esclusa dalla competizione per l'ormai celeberrima mancata e criticata qualificazione che è costata il posto all'altrettanto criticato CT Gian Piero Ventura.

La scelta

Le polemiche scoppiate all'indomani della giornata funesta sono state men mano placate prima dall'esonero (costoso, vista la buonuscita richiesta da Ventura di 700 milioni di euro) e poi dalla riorganizzazione dei quadri dell'intera Lega italiana di calcio, riorganizzazione che si deve ancora chiudere con il suo tassello più importante, quello della scelta del CT della nazionale di calcio.

Finora l'unico nome certo è quello di Giggi di Biagio, attuale mister dell'Under 21 (qualifica che continua a ricoprire) il cui compito sarebbe quello di traghettare la nazionale attraverso le diverse amichevoli internazioali, nel frattempo che non sarà ufficializzato il nome del prossimo allenatore.
Per voce di del vicecommissario Figc, Alessandro Costacurta, la rosa di papabili tra cui scegliere si è ridotta a tre: Mancini, Conte o lo stesso Di Biagio, soluzione, questa, che piace a molti proprio per la sua conoscenza delle primavere.

I sì e i no

A suo favore, secondo gli addetti ai lavori, anche la mentalità di gioco offensiva, uno schema 4-3-3 che si addice a Immobile e Insigne e che permetterebbe di ammortizzare eventuali pecche.

Non solo, ma data la giovane età potrebbe rivelarsi anche un buon investimento di lung periodo visto che prenderebbe una nazionale che, in teoria, nasce dalle sua mani portandola avanti ancora per diverso tempo (si parla dei mondiali del 2022 in Qatar) ammesso che ci si qualifichi. Sì, perché oltre ai pregi la sua situazione presenta anche qualche difetto.
Prima di tutto proprio la sua nota esperienza nelle giovanili non gli ha dato la possibilità di dare grandi prove nel calcio internazionale. A questo si aggiunga anche che, per quanto la volontà teorica sia quella di creare una squadra givane, è indubbio che le grandi colonne portanti dovrebbero restare, se non altro in un primo momento ma essendo queste colonne ormai al limite dell'addio, in molti temono che l'inevitabile perdita porterebbe disorientamento proprio nel momento della rivincita.

Ad ogni modo Di Biagio ha tutto il tempo per crearsi una vetrina con le amichevoli inglesi del 23 e del 27 marzo, con l'Argentina a Manchester e con l'Inghilterra a Wembley.

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.