-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 9 marzo 2018

Come funziona la flat tax proposta dalla Lega

La Flat Tax di Armando Siri (Foto LaPresse – Guglielmo Mangiapane)
La coalizione di centrodestra ha raggiunto il 37% alle ultime politiche, e con le regole attuali ha formalmente vinto le elezioni. Uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale di Berlusconi, Salvini e Meloni è stata la Flat Tax. Criticata da alcuni per i rischi sul bilancio dello Stato che comporterebbe, lodata da altri perché potrebbe dare slancio a un’economia non paralizzata ma di certo non tra le più veloci né in Europa né globalmente.
Il teorico leghista della flat tax è Armando Siri: è stato appena eletto senatore con la Lega appunto e ha scritto un libro sull’argomento. Lui è l’autore della proposta di legge 3170 presentata dal partito il 15 giugno 2015, proprio sulla flat tax: da allora è parcheggiata in commissione finanza alla Camera. E ora con un ipotetico governo di centrodestra potrebbe tornare in corsa. Ma di cosa si tratta di preciso?
I punti chiave sono: pace fiscale (o rottamazione delle cartelle, già mandata avanti dal governo Renzi) e soprattutto un bonus in busta paga da 300-320 euro. Ben maggiore agli 80 euro, nel nome dello choc fiscale.
Funziona così: la legge o il decreto flat tax riguarderà tutti i morosi verso il Fisco per importi fino a 200mila euro a cui verrà chiesto, a seconda della situazione, di pagare in media il 15% del dovuto per chiudere i contenziosi. In totale le cartelle non riscosse valgono addirittura 1054 miliardi di euro: ma questi soldi non possono tutti essere ottenuti, un po’ perché le attività commerciali sono fallite, un po’ perché il tassato è ora nullatenente, un po’ perché per molti è impossibile pagare la cifra totale compresi gli interessi. La Lega vorrebbe raccogliere dalla cifra attualmente esigibile (già scesa a 600 miliardi) percentuali che vanno dal 6% al 25% del totale per ciascuna cartella, intascando dunque parte delle tasse e cancellando il resto.
Se la riforma dovesse funzionare, nello spirito del pagare meno pagare tutti, verrebbe scongiurato l’aumento dell’IVA come prima conseguenza. La Lega sogna, con quei soldi, di tagliare le imposte, ma solo in caso di un aumento delle spese dei cittadini. Dunque la crescita del mercato è fondamentale per la riuscita del piano, mentre se l’italiano medio dovesse confermarsi risparmiatore non ci sarebbe questo salto di qualità. Secondo Siri, che è ovviamente ottimista, potrebbe succedere questo: “Con 300 euro al mese in busta paga ci sarebbero a disposizione 48 miliardi di euro, con gli 80 euro Renzi aveva raggiunto 10 miliardi scarsi, troppo poco per rilanciare i consumi. La metà potrebbe andare in risparmio, ma il resto genererebbe maggiori spese sostenendo il Pil e facendo ripartire il tasso di inflazione“.
Anche alcuni esponenti del Partito Democratico, come Padoan, hanno spiegato che sulla flat tax si può ragionare, ma ciò che pone dubbi è la copertura economica per una manovra così radicale. Secondo Siri, con un gettito Irpef pari a 151 miliardi annui, cancellando detrazioni (che vengono tolte dall’imposta) e deduzioni (che servono ad abbattere l’imponibile) la flat tax riuscirebbe a funzionare.
Dice Siri: “Noi vogliamo rispettare la progressività e quindi manterremo la modulazione delle aliquote: al variare del reddito e dei componenti, varierà il carico fiscale. Per i redditi oltre gli 80mila euro è prevista la possibilità di chiedere un conguaglio se a fine anno mancasse qualcosa per coprire la spesa. E quindi l’imposta potrebbe aumentare fino a un massimo del 20%“. Sulla carta per i redditi fino a 35mila euro si potranno detrarre 3mila euro per componente famigliare; dai 35 ai 50mila le detrazioni saranno limitate ai famigliari a carico.
E l’evasione? Siri spiega: “Ci sarà tolleranza zero per qualsiasi forma di evasione ed elusione fiscale con un drastico aumento di controlli e sanzioni, compreso il ritiro della patente e del passaporto fino a 5 anni“. Tuttavia questa proposta potrebbe finire nel nulla, soprattutto se Matteo Salvini non riuscisse a formare una maggioranza.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.